turismo
News
IL FATTO

Tre studenti salvano il turismo con l’aperitivo in canoa sul Po

Il progetto “InBarcaTo” è nato dopo il naufragio dei bttelli Valentino e Valentina

L’Imbarchino è un rifugio di clochard e i battelli Gtt sono naufragati come nelle peggiori battaglie navali. Con uno scenario così desolante, pare incredibile che a salvare il turismo sul Po ci abbiano pensato tre ragazzi poco più che ventenni. Tre studenti universitari che si sono rimboccati le maniche e hanno deciso che una risorsa così importante per Torino non poteva morire. Pietro, 23 anni, studia alla Saa di via Ventimiglia. Luigi, 21 anni, frequenta ingegneria al Politecnico. Infine Filippo, 22 anni, è iscritto a scienze della comunicazione a Palazzo Nuovo. Sono loro che, grazie all’appoggio degli Amici del Fiume, hanno dato vita ad “InBarcaTo”.

Un’idea innovativa che mixa turismo e gastronomia e dà la possibilità di fare apericene in canoa, immersi in un’atmosfera unica e avvolti dal meraviglioso gioco di luci della sera. Il tutto ammirando i monumenti storici della città attraverso un viaggetto di un’ora che tocca i Murazzi, il ponte Vittorio Emanuele I, il parco e il castello del Valentino. «Il Po è un nostro patrimonio – spiega Pietro – e andrebbe sfruttato appieno come purtroppo non avviene. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo messo insieme le rispettive conoscenze nei settori dello street food, della canoa e del marketing e, partendo con un piccolo budget, siamo partiti in questa avventura». Che finora sta andando a gonfie vele. «Abbiamo tante prenotazioni, coppie adulte ma anche giovani e stiamo pensando di fare un sito in tre lingue». In futuro poi, chissà, si potrebbe anche coinvolgere il Comune in un discorso ancora più ampio. «L’alluvione del 2016 ha fatto parecchi danni al nostro amato fiume. E ancora ne paghiamo dazio. Ma ci piacerebbe riuscire a recuperare le rive e gli argini andati distrutti».

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo