turisti mole
News
IL REPORTAGE

Tre ore di coda per salire sulla Mole: al Museo Egizio già 25mila ingressi

Nuovo assalto dei turisti: Leonardo a Palazzo Reale è la vera star del weekend

Tre ore di coda per entrare alla Mole Antonelliana. Questo il “battesimo” di centinaia di turisti in visita a Torino, durante il week end di Pasqua. Negli scorsi giorni, infatti, non sono mancate le code davanti ai principali musei della città: con reflex al collo e guide alla mano, centinaia di turisti si aggiravano tra le vie del centro storico, intenti ad ammirarne le bellezze. Tanti anche i torinesi che hanno deciso di trascorrere il lunedì dell’Angelo circondati da opere d’arte, piuttosto che nei parchi.

«Non ci è mai piaciuto andare a fare la grigliata di Pasquetta – spiega Alessandra, in coda con tutta la famiglia di fronte a Palazzo Reale, per visitare la mostra “Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro”, vera attrazione di quest’anno -. Non è un problema fare un po’ di coda, ne vale la pena». Non tutti, però, appaiono altrettanto rilassati all’idea di trascorrere così tanto tempo in attesa. Nel pomeriggio di ieri, ad esempio, centinaia di persone hanno dovuto affrontare interminabili ore di coda prima di poter salire in cima alla Mole.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo