moto incidente carmagnola
Cronaca
CARMAGNOLA

Travolta una famiglia in moto: la piccola Sofia lotta per vivere, morto l’amico della mamma

La bambina ha solo 8 anni. E’ al Regina Margherita

Lottano per la vita Stefania e Sofia. Mamma e figlia, vittime del terribile incidente motociclistico di domenica pomeriggio sulla strada provinciale 20, tra Carmagnola e Carignano, sono ricoverate in prognosi riservata l’una al Cto e l’altra al Regina Margherita. Operate entrambe nella notte, le loro condizioni risultano gravi. Sebastiano Rosa, medico di 54anni, invece, non ha avuto scampo. La tragedia si è consumata poco dopo le 18. Sebastiano Rosa e la sua compagna, Stefania Scarcella, stavano tonando a casa dopo una gita fuori porta. Entrambi motociclisti esperti (indossavano le protezioni), viaggiavano in direzione nord: Stefania in sella a una Kawasaki e Sebastiano, che trasportava la bimba di 8 anni di lei, su una Honda. Cosa abbia causato l’incidente, la cui ricostruzione è ancora al vaglio della polizia locale di Carmagnola, è ancora da chiarire. Davanti alle due moto sbuca una Mercedes Classe A che viaggia in direzione opposta. Alla guida c’è una 50enne di Carmagnola (poi risultata negativa all’alcol test), accanto a lei è seduto il figlio di 9 anni. Forse l’auto ha invaso la corsia opposta o forse una moto ha tagliato la strada, comunque lo scontro è inevitabile. I motociclisti sono stati sbalzati. Per Sebastiano l’impatto è fatale mente mamma e figlia vengono soccorse e trasportate con l’elisoccorso all’ospedale. La bimba, che nell’impatto ha subìto un trauma cranico e addominale con lesione della milza, è stata operata nella notte. È ancora intubata e sedata nel reparto rianimazione del Regina, ma l’intervento è tecnicamente riuscito. La mamma, operata per una frattura al bacino, ha subito la rottura della vescica. La Classe A è carambolata in testacoda finendo fuori strada ma la conducente (sotto shock) e il figlio sono rimasti praticamente illesi. Coinvolta anche una coppia di pensionati su una Panda.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo