Schermata 2017-07-26 alle 22.03.55
Cronaca
IL CASO

Travolse Matteo ed Elisa a Condove: è accusato anche di un’altra aggressione

Il fatto risale all’ottobre 2015: Maurizio De Giulio avrebbe picchiato una donna a Torino per una mancata precedenza. Citato in giudizio, non è stato ancora processato

Maurizio De Giulio, l’artigiano cinquantenne che lo scorso 9 luglio era alla guida del furgone che travolse – deliberatamente in base alle prime indagini – e uccise la 27enne Elisa Ferrero e ferì gravemente il suo fidanzato Matteo Penna (i due giovani erano in sella a una moto) sulla strada stradale di Condove in seguito a una lite, è accusato anche di un’altra aggressione avvenuta a Torino.

IL VIDEO DEL TERRIBILE INCIDENTE DI CONDOVE.

L’ACCUSA.

Risale all’11 ottobre 2015, quando De Giulio, secondo l’accusa, picchiò una donna che, a suo dire, non gli aveva dato la precedenza. Sebbene la citazione in giudizio risalga a più di un anno fa, non è stato ancora processato. Questo perché, stando a fonti di Palazzo di Giustizia, sono tanti i processi ordinati dalla procura, ma a causa dell’enorme mole di lavoro del tribunale, si è costretti ad attendere mesi prima che sia trovata una data disponibile.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo