(foto depositphotos)
News
FOLLE VENDETTA

Tragedia nel Canavese: 53enne si uccide durante una videochiamata con la figlia di 6 anni per punire l’ex moglie

Si è ammazzato con un colpo di pistola alla testa. Denunciato a gennaio per maltrattamenti, ha lasciato un biglietto pieno di accuse

Tragedia nel Canavese. Un uomo di 53 anni ha deciso di farla finita con un colpo di pistola alla testa, mentre stava facendo una videochiamata con la figlia di 6 anni. E’ successo domenica sera: il 53enne, che era già stato denunciato dalla ex moglie per maltrattamenti lo scorso gennaio, ha voluto ‘punire’ così la compagna che lo aveva lasciato.

Prima di uccidersi, ha scritto un biglietto in cui spiegava i motivi dell’estremo gesto, incolpando la ex di essere la causa della sua infelicità. Da quanto si apprende, dall’estate la donna e i tre figli vivevano al sicuro, in una comunità, proprio perché, in seguito alla denuncia, era scattata la procedura che salvaguardia le donne vittime di violenze.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo