grosseto
News
MADONNA DI CAMPAGNA

Traffico in tilt in corso Grosseto. «Vogliamo un presidio di vigili»

Smog alle stelle. Portati via i sacchi di amianto dal cavalcavia

Auto in coda nel controviale, clacson che suonano all’impazzata e inquinamento alle stelle. Aspettando la fine dei lavori, i residenti del quartiere Madonna di Campagna continuano a convivere con il maxi cantiere di corso Grosseto. Da piazza Rebaudengo a corso Potenza deviazioni e strade chiuse costringono gli automobilisti a percorsi alternativi. Ma il vero dramma si consuma al mattino e nelle ore di punta. Con code chilometriche e residenti costretti a sopportare la puzza degli scarichi. «E dei vigili nemmeno l’ombra – protesta il capogruppo dei Moderati della Circoscrizione 5, Manuela Morfino -. Serve un presidio fisso in questo periodo particolarmente problematico. Nelle ore di punta corso Grosseto diventa un inferno».

Rimossi, nella mattinata di ieri, invece, i sacchi contenenti amianto che si trovavano nei pressi del cantiere. Nei giorni scorsi, infatti, si erano fatte più intense le segnalazioni dei cittadini residenti nei pressi dell’ex cavalcavia, preoccupati della presenza di circa 50 grossi sacchi di amianto. «I contenitori – ha assicurato l’assessore ai Trasporti e alla Viabilità, Maria Lapietra – sono stati stoccati secondo le norme vigenti di sicurezza e non disperdono amianto». L’assessore ha inoltre aggiunto che, come prescritto da Arpa «le attività di bonifica sono state sempre accompagnate da controlli legati alla presenza di amianto nell’aria». A informare l’assessore dell’avvenuta rimozione dei sacchi è stato, in Sala Rossa, il capogruppo della Lega, Fabrizio Ricca. «Possiamo così tranquillizzare i residenti del fatto non hanno respirato polveri nocive» ha concluso Ricca.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo