pinacoteca agnelli gn
Tempo Libero
NUOVA STAGIONE

Tra Tiepolo e Starling: i nuovi percorsi della Pinacoteca Agnelli

Ecco “Beyond the Collection” visitabile fino a febbraio. Sulla pista 500 del Lingotto quattro nuove installazioni. Tra queste i leoni di “The Guardians” per Artissima

La Pinacoteca Agnelli dà il via alla nuova stagione di mostre e questa volta lo fa partendo da un’opera di Giambattista Tiepolo. Sarà l’“Alabardiere in un paesaggio”, che fa parte della sua ricca collezione, a diventare il punto di avvio del progetto dell’artista inglese Simon Starling. Negli spazi della Pinacoteca, è stata appena inaugurata infatti “Beyond the Collection”, visitabile fino al 5 febbraio, con la mostra “Tiepolo x Starling” e quattro nuove installazioni di Liam Gillick, Marco Giordano, Nan Goldin e Superflex sulla Pista 500.

Continuando una ricerca iniziata nel 2019, Starling immagina di ricongiungere la tela alla sua parte mancante. Attraverso fotografia, scultura e installazione, l’artista rilegge la narrazione del quadro del Tiepolo e identifica nel taglio della tela una metafora con la storia del contesto e della collezione che la ospita. Il progetto, che ora trova svolgimento nel luogo che lo ha simbolicamente originato, si arricchisce anche grazie alla presenza di altre opere del Tiepolo in prestito da collezioni internazionali, che offrono a Starling nuove chiavi di interpretazione nella lettura dell’Alabardiere in un paesaggio.

Anche la Pista 500, il progetto artistico di Pinacoteca sull’iconica pista di collaudo delle automobili Fiat, si arricchisce di nuove installazioni site-specific con nuove opere tutte da vedere. I progetti di Liam Gillick, Marco Giordano, Nan Goldin e Superflex vanno ad aggiungersi così a quelli già presenti, approfondendo il rapporto con la strada e la sua fruizione in movimento. L’area di sosta di Liam Gillick, la speciale segnaletica stradale di Marco Giordano, il billboard con la fotografia di Nan Goldin, l’insegna dei Superflex si aggiungono alle opere di Nina Beier, Valie Export, Sylvie Fleury, Shilpa Gupta, Louise Lawler, Mark Leckey, Cally Spooner e innescano una riflessione sui linguaggi dello spazio pubblico oggi.

Durante la settimana di Artissima – dal 3 al 6 novembre -, inoltre, sempre sulla Pista 500, Pinacoteca presenta “All Fours”, la performance di Nina Beier e Bob Kil che trasforma e riattiva la scultura “The Guardians” della Beier già allestita sul tetto del Lingotto. I cinque leoni di marmo distesi vengono eccezionalmente portati in posizione eretta e cavalcati silenziosamente da cinque performer, una coreografia che capovolge i simboli di potere rappresentati nei monumenti delle città.

In occasione di Artissima, la Pinacoteca Agnelli lancia inoltre la pubblicazione che accompagna la mostra “Sylvie Fleury. Turn Me On”, visitabile fino al 15 gennaio 2023. Disegnata da Radl e edita da Corraini, la pubblicazione riproduce nel dettaglio una rivista, oggetto centrale nella pratica dell’artista svizzera.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo