senzatetto periferia
Cronaca
IN PERIFERIA

«Tra risse, schiamazzi e aggressioni: la situazione per noi è insostenibile»

La disperazione dei lettori di via Bra: «Ecco i video di ciò che accade sotto le nostre case»

Passanti aggrediti sul marciapiede, i posti auto trasformati in discariche. Urla, schiamazzi, risse. È diventata una vita insostenibile quella dei cittadini che abitano in via Bra. E a dimostrarlo sono le fotografie e i video che uno di loro, ieri, ha inviato in redazione con una lunga lettera affidata a una email. Una delle tante che riceviamo ogni settimana, soprattutto dalle zone periferiche, ma non solo, che raccontano come i problemi della nostra città siano innanzitutto quelli ben tangibili perché riguardano ciò che accade sotto le finestre e davanti ai portoni da cui si esce la mattina per poi tornare dopo il lavoro. Piccoli grandi episodi di semplice malcostume o vera e propria criminalità che non hanno nulla di “micro”, visto che possono sconvolgere la vita delle persone.

A turbare l’esistenza di chi abita all’inizio di via Bra, scrive il nostro lettore, sono due market etnici. «E la situazione, oramai, è diventata quasi insostenibile». In copia alla mail, ci sono diversi assessori, polizia municipale, Amiat. «E spero vivamente – si augura il mittente – che qualcuno possa fare qualcosa a riguardo».

«Purtroppo – denuncia il nostro lettore – intorno a questi due esercizi si sono create situazioni abbastanza spiacevoli visto che sono frequentati da molti africani, purtroppo molto spesso ubriachi che … importunano le persone, urlano, urinano sulle macchine e molto frequentemente litigano tra loro e con i passanti». Per testimoniarlo, alla mail è allegato un video «con un’aggressione ai danni di un vecchietto e di una signora avvenuta pochi giorni fa». Il lettore dice di aver chiamato il 112. «Ed è arrivata una volante della polizia». Ma «a parte un chiaro problema di sicurezza – prosegue – visto l’enorme abuso di alcol che viene fatto, non c’è nessun tipo di controllore in materia Covid. Nessuno indossa la mascherina, né all’interno né all’esterno. Inoltre l’orario di apertura ben oltre l’orario normale. I due negozi spesso chiudono molto tardi….con conseguente disturbo del sonno delle persone». Per non parlare dei rifiuti: «Gli avventori e gli stessi gestori non hanno nessuna minima attenzione nel riporre la spazzatura, in particolare del vetro, gettando bottiglie di fianco ai pochi cassonetti e lasciandole per strada». Il lettore è amareggiato. «Abito in via Bra da 10 anni e da sempre cerco di offrire ai miei figli un luogo sicuro dove vivere e dove ogni giorno possano passeggiare tranquilli senza dover evitare rifiuti e brutti incontri». Quello che chiede è solo un po’ di normalità.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo