totti e ilary
Gossip
AMORE FINITO

Totti, Ilary e… i retroscena: «Come hanno fatto per anni?»

Molti dei grandi romanzi hanno una voce narrante, che non necessariamente è il protagonista. La separazione tra Francesco Totti e Ilary Blasi non è fiction ma realtà eppure la voce narrante c’è lo stesso, da tempo. E’ quella di Alex Nuccetelli, amico di vecchia data del campione, sempre al suo fianco nei momenti belli o meno e ora di fatto diventato il suo portavoce. Intervistato da “Radio Cusano”, è tornato indirettamente a far parlare Francesco ma con la sua voce svelando alcuni particolari del ménage familiare: «Che Ilary non provasse più amore era abbastanza evidente. Un esempio? Nei primi mesi Francesco mi diceva che tornava da Milano e diceva sempre di avere mal di testa. Non so come siano riusciti a proseguire altri 20 anni».

Secondo Nuccetelli quindi la colpa fondamentale di Ilary sarebbe quella di non essere stata abbastanza vicino a Totti nei suoi momenti di debolezza: «Se tu rientri a casa e tua moglie ha sempre un diavolo per capello, per anni, considero lecito pensare di rifarsi una vita da un’altra parte. Poi ognuno procede per la propria vita e lo fa per il bene dei figli. Nel primo momento di debolezza mai visto dal proprio bisognerebbe stargli accanto».

E oggi l’amico è ancora scosso per la vicenda: «È una fase complicata, non è un momento bello. La loro separazione sembra una tragedia. Ci sono degli attriti. Gli avvocati dovranno fare la loro parte e loro stessi devono cercare di mettersi una mano sulla coscienza. Se fosse dipeso da Francesco, questa storia non sarebbe finita. Puoi fare anche la scappatella ma il suo cuore sarebbe rimasto fedele sempre e solo alla famiglia».

Ma c’è anche spazio per una stoccata alla conduttrice tv e alla sua presunta storia di tradimento, mai in realtà provata: «In questi anni di tacito accordo tra loro, se lui avesse avuto dieci amanti e lei due, di cui una storia longeva per anni. Un uomo ai piani alti di Mediaset? Mi sembra molto più grave. Non so se c’è ancora adesso, ma per me c’è stata una storia da quelle parti. Ma non sapete quante altre cose abbiamo sentito qui a Roma…». La palla ora passa al tribunale, per ora loro si parlano solo tramite gli avvocati.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo