pjaca
Sport
PIANETA GRANATA

Toro, Pjaca sfida il suo passato e sogna lo sgambetto alla Juve

Non solo il croato, anche Mandragora è un ex

In campo con la maglietta del Torino, ma il cartellino è di proprietà della Juventus: è lo strano caso di Mandragora e Pjaca, protagonisti nel derby della Mole in programma domani sera all’Allianz Stadium. Il centrocampista tornerà dalla squalifica e sarà sicuro di un posto in mediana al fianco di Lukic, il croato è in ballottaggio per agire sulla trequarti. Contro il Venezia si è sentita l’assenza del classe 1997, mentre il ventiseienne è sembrato poco brillante e non ha mai avuto alcun guizzo. Così, anche nell’ottica di schierare un Toro più guardingo, Juric sta pensando di rinunciare a Pjaca per piazzare uno tra Pobega e Linetty al fianco di Josip Brekalo per fare da collante tra centrocampo e attacco. E l’avventura in granata del classe 1995, tre reti in 19 apparizioni tra campionato e Coppa Italia, resta con pochi squilli, così il riscatto dalla Juve sembra in salita.

«Spero di restare a lungo al Toro» diceva Pjaca la scorsa estate, appena prelevato dai bianconeri con la possibilità di acquisto a titolo definitivo a fine stagione per circa sei milioni di euro. Mandragora, invece, ha subito avuto un impatto positivo: voluto dall’ex tecnico Davide Nicola, si è preso la mediana e ora si è riconquistato il posto dopo il brutto infortunio al ginocchio dello scorso autunno. A giugno ci si siederà intorno ad un tavolo con la dirigenza bianconera per discutere del riscatto, con il presidente Urbano Cairo che potrà acquistarlo a titolo definitivo per 16 milioni pagabili in cinque anni. Intanto, la Primavera è caduta di nuovo: 1-0 il risultato finale della sfida in trasferta contro il Milan, la squadra di Federico Coppitelli è in grande difficoltà. «In questo periodo abbiamo affrontato tutte le squadre più attrezzate, dobbiamo continuare nel nostro lavoro» il commentato del tecnico dei torelli, in questo inizio di 2022 hanno racimolato appena due punti in cinque partite.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo