Seconda sconfitta per la squadra di Giampaolo

Toro, non basta Belotti: che batosta con l’Atalanta (2-4), è già ultimo

Il Gallo realizza una doppietta e festeggia "annunciando" l'arrivo di un bebé, ma i tre punti vanno alla banda di Gasperini

Belotti (Depositphotos)

Dopo quella di Firenze all’esordio, arriva la seconda sconfitta in campionato per il Toro, la prima tra le mura amiche. I granata restano a quota zero in classifica – già ultimi in graduatoria – dopo il match con l’Atalanta, che si conferma rullo compressore (2-4). Giampaolo parte col 4-3-1-2, con Berenguer alle spalle del duo Zaza-Belotti. Difesa a tre invece per Gasperini, che schiera Gomez qualche metro più indietro dei due colombiani Zapata e Muriel.

Avvio di gara scoppiettante. Al 7′ Zaza s’invola a tu per tu con Sportiello, cogliendo una traversa clamorosa. Ma il vantaggio è solo rimandato e arriva all’11’: grande assist di Rincon e zampata vincente di Belotti col sinistro. L’esultanza del Gallo non lascia troppi dubbi: diventerà papà, la moglie Giorgia Duro è incinta.

Neanche il tempo di gioire che l’Atalanta pareggia. Fa tutto Gomez che con un destro micidiale dai venti metri realizza l’immediato 1-1. Al 21′ il Toro si ritrova sotto: lancio di Gomez e gran tiro al volo di Muriel. I granata giocano con generosità, ma i nerazzurri sono micidiali in contropiede e al 42′, ancora su invito di Gomez, Hateboer cala il tris.

Palla al centro e Belotti, di testa in mischia, riaccende le speranze per il Torino, che all’intervallo è sotto soltanto di un gol. Ma la ripresa si apre con l’Atalanta ancora sugli scudi. De Roon, al 9′, trova la quarta rete con un piattone di sinistro su appoggio di Muriel.

Giampaolo prova a mischiare le carte, inserisce Lukic, Millico e Verdi ma il Toro non riesce a offrire una reazione convincente. L’ultimo a mollare è Belotti, applaudito in maniera scrosciante dai mille “invitati” dalla società ad assistere al match dagli spalti dell’Olimpico Grande Torino.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single