GolSanabria
Sport
Cr7 evita il ko alla Signora

Toro-Juve pari nel derby: apre Chiesa, la ribalta Sanabria, Ronaldo firma il 2-2

Il gol in avvio illude i bianconeri: i granata si portano in vantaggio e poi sfiorano la vittoria nel finale

Mille emozioni e un punto per parte. Il derby della Mole si chiude in parità (2-2), con entrambe le squadre che possono recriminare per la mancata vittoria. Il Toro perché era in vantaggio a 10′ dalla fine e nel finale ha sfiorato più volte il gol del 3-2, la Juve per il palo colpito da Bentancur subito dopo il gol del pareggio firmato da Cr7.

Nicola s’affida al 3-4-3 con Verdi, Belotti e Sanabria a comporre il tridente offensivo. Pirlo, privo dei tre “epurati” dopo il discusso festino in collina, sceglie invece il 4-4-2 con Chiesa e Kulusevski sulle corsie laterali e il duo Ronaldo-Morata in attacco. Prima della partita esposto uno striscione eloquente all’esterno del centro sportivo bianconero: “Avete a cuore solo i social e i milioni. Pensate al derby! Fuori i c…!”.

Pronti via e la Juve confeziona tre palle gol in 4′: ci provano Morata e due volte Chiesa, Sirigu non si fa sorprendere. Dopo un sinistro a lato di Mandragora e le proteste di Belotti per un intervento dubbio ai suoi danni di De Ligt in area, al 13′ la Juve passa: duetto Morata-Chiesa, l’ex viola entra in area e fa passare la sfera tra le gambe di Sirigu. Il Toro non s’abbatte, anzi reagisce: al 22′ Alex Sandro salva alla disperata su Rincon.

Il pari, però, arriva al 27′: staffilata di Mandragora, Szczesny non trattiene e Sanabria di testa corregge a rete da pochi passi. Tutto da rifare per la Juventus, che nel finale di primo tempo si riaffaccia dalle parti di Sirigu, bravo a dire di no a Morata e poi graziato da Chiesa che non riesce a impattare il traversone di Alex Sandro. Si va al riposo sul risultato di parità: uno a uno.

Nella ripresa bastano pochi secondi al Torino per portarsi in vantaggio. Kulusevski imbecca…Sanabria con un inspiegabile passaggio all’indietro, sul tiro dell’attaccante granata Szczesny è tutt’altro che impeccabile e il pallone s’insacca. Juventus costretta a rincorrere e anche sfortunata: sul colpo di testa sotto misura di Ronaldo è prodigiosa la risposta di Sirigu, che devia in corner.

Pirlo lancia Bernardeschi e Ramsey (fuori Kulusevski e Danilo), Nicola invece richiama Rincon per Lukic e Belotti per Zaza. Ancora Ronaldo di testa manca il bersaglio, poi ci riprova col piattone destro sul cross di Cuadrado: alto. Col passare dei minuti la pressione bianconera si fa insistente e al 35′ il portoghese fa centro: sponda di Chiellini e tocco vincente di testa da pochi passi. Il guardalinee segnala fuorigioco, ma dopo il controllo del Var arriva la convalida di Fabbri.

La Juventus insiste, ci prova Bentancur dalla lunga distanza: palo, con smanacciata decisiva di Sirigu. Ci prova anche il Toro in contropiede con Lukic, che si fa trenta metri palla al piede e poi sparacchia in porta: blocca Szczesny. Finale palpitante, dentro Rabiot tra i bianconeri e Baselli tra i granata. Al 45′ è un colpo di testa di Sanabria a far gridare al gol: Szczesny si supera e smanaccia oltre la traversa. Emozioni anche nel recupero, con Bernardeschi che rimedia un giallo per simulazione e Szczesny che dice di no a Baselli su punizione. Il derby finisce 2-2 ed è giusto così.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo