IL PRIMO TASSELLO

Toro, ecco Giampaolo Cairo: «Insegna calcio. Ripartire con umiltà»

Anche le ultime pratiche burocratiche sono state sistemate, ora è tutto pronto per lo sbarco sotto la Mole

Marco Giampaolo.

Anche le ultime pratiche burocratiche sono state sistemate, ora è tutto pronto per lo sbarco sotto la Mole: il Toro ha un nuovo allenatore, Marco Giampaolo guiderà i granata. «Sono molto soddisfatto della scelta. Lo conosco da tempo, pensavo già a lui molti anni fa, poi prendemmo altri allenatori e non era disponibile in quel periodo perché aveva un’altra squadra. È un allenatore di qualità, che insegna calcio e fa giocare bene le squadre. Siamo molto soddisfatti. Ora dobbiamo fare le cose con umiltà, in punta di piedi cercando di fare bene» il commento del presidente Urbano Cairo per presentare l’uomo che dovrà rilanciare la squadra dopo un’annata fallimentare. Ma andiamo con ordine: Giampaolo, insieme al suo agente Tullio Tinti, ha incontrato il patron granata e il direttore tecnico Davide Vagnati nella mattinata di ieri, negli uffici milanesi della Cairo Communication. Un passaggio fondamentale per limare gli ultimi dettagli, con l’accordo trovato sulla base di un contratto biennale con opzione per il terzo a poco meno di due milioni di euro a stagione. Una cifra simile a quella che ancora ballava con la sua ex squadra, il Milan: e nel primo pomeriggio, Giampaolo si è spostato nella sede della società rossonera per sistemare la buonuscita. Anche in questo caso, nessun intoppo e una stretta di mano per sancire l’addio definitivo. Ora lo aspetta il Toro, ora può cominciare a costruire una squadra che possa cercare di rilanciarsi. E bisognerà iniziare dal portiere.

Sirigu verso l’addio
L’avventura di Salvatore Sirigu in granata potrebbe essere terminata a Ferrara, contro la Spal. Sirigu ha poi saltato le ultime due giornate, ora si appresta ai saluti: troppe le frizioni con la società, Sirigu punta a infilarsi nella possibile girandola di portieri che riguarderà il Napoli e la Roma. Lascerà una voragine, per qualità tecniche e personalità, e il Toro è costretto a guardarsi intorno. Con l’Inter non sono mai tramontati definitivamente i discorsi legati a Ionut Radu, romeno classe 1997, mentre l’ultima idea arriva da Parma e porta al nome di Luigi Sepe, un passato tra Napoli ed Empoli. Il sogno è Alessio Cragno anche se il Cagliari spara alto, il possibile outsider Emiliano Viviano, che Giampaolo ha già avuto a Genova. Per la fascia interessa Elseid Hysaj del Napoli, la mediana è il reparto che ha bisogno dei maggiori rinforzi: seguiti Karol Linetty e Albin Ekdal della Sampdoria, non tramonta nemmeno Rade Krunic del Milan.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single