juric
Sport
SAMPDORIA AGLI OTTAVI

Toro, fuori dalla Coppa. Quagliarella e Verre condannano i granata

Juric dice addio al terzo derby della Mole

Quello di Coppa Italia di fine gennaio poteva essere l’antipasto del derby di ritorno del 20 febbraio. E invece… Agli ottavi di finale la Juve pesca la Samp. I granata di Juric, infatti, perdono 2-1 a Marassi contro i blucerchiati. E finiscono già fuori dalla coppa nazionale. Gli ottavi restano tabù per Juric. Stavolta, a vincere, è la squadra di D’Aversa.

Il croato torna per la prima volta quest’anno sotto la Lanterna e per l’occasione si affida al turnover. Ma non è un Toro B ma una formazione che può giocarsela. A fare la differenza dovranno essere le motivazioni, quelle che deve tirare fuori, in particolar modo, chi ha avuto meno spazio, chi è stato impiegato meno. E parliamo di Izzo, Rincon, Baselli, Zaza. Gli altri, Berisha escluso, sono stati praticamente dei comprimari. Ola Aina, Buongiorno, Mandragora (fino al momento dell’infortunio), Ansaldi, Brekalo e Linetty hanno fatto parte del pacchetto dei titolari. Il Toro parte bene, fa la partita, ma alla prima discesa in avanti è la Samp a passare. Al 15° Mandragora rovina su Depaoli appena dentro l’area: l’arbitro Piccinini concede un rigore, dopo il Var, largo di manica che l’ex Quagliarella realizza. Il Toro prova a reagire: le azioni pericolose portano il nome di Josip e il cognome di Brekalo. Il croato è protagonista di un paio di conclusioni verso la porta di Falcone che non trovano fortuna. C’è ancora il suo zampino nell’azione più nitida dei granata: l’ex Juve Dragusin, nel provare a fermare il croato, serve Zaza al limite. Il tiro mancino dell’ex Valencia non sorprende Falcone che manda in in angolo. Il Toro chiude in avanti. La ripresa comincia all’insegna della Samp. Ma nel momento migliore dei blucerchiati il Toro trova il pari su rigore con Mandragora – decide ancora il Var – per un contatto Chabot-Linetty. L’1-1 dura solo 7 minuti: la Samp trova sull’asse mancino il gol del vantaggio. Cross di Ciervo, tiro di Verre che fa 2-1 sorprendendo Buongiorno e Berisha. Juric ci prova con i cambi: dentro Warming, Rodriguez e Pjaca. Ma non basta. Il Toro è fuori.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo