juric lukic gn
Sport
L’ANALISI

Toro, è già coop del gol: 7 marcatori in 4 partite

Quattro le reti dei panchinari. Guai muscolari per Pjaca

Sette reti per sette marcatori diversi: così Ivan Juric sta continuando la costruzione del suo Toro, cercando di formare una cooperativa del gol. E, almeno a vedere le prime quattro giornate di campionato, il lavoro del tecnico prosegue a gonfie vele. Andrea Belotti è stato il primo e Simone Verdi ha allungato la striscia ma furono marcature inutili nelle sconfitte contro Atalanta e Fiorentina, poi ecco che i granata si sono scatenati e si sono sbloccati: Sanabria, Bremer, Pobega e Lukic hanno steso la Salernitana, il colpo da biliardo di Pjaca contro il Sassuolo ha permesso di espugnare Reggio Emilia. Così, dopo appena 360 minuti di campionato, il Toro è già sul podio di questa classifica, pari con la Lazio (prossima avversaria giovedì alle 18:30) e dietro soltanto all’Inter, che grazie alla goleada contro il Bologna ha portato a nove i calciatori andati in gol. Ed è una piacevole costante, perché anche l’anno scorso erano tanti i granata ad aver esultato almeno una volta: furono 17, esattamente come Inter e Udinese, per un terzetto di testa a “pari punti”. Anche Juric, con il suo Verona, non ha mai avuto un vero e proprio bomber, ma ha sempre lavorato di squadra. E se ha chiuso lo scorso campionato con 13 marcatori, l’anno precedente leggermente meglio con 14 giocatori mandati in rete. I dati sarebbero potuti essere addirittura migliori se il palo non avesse respinto le conclusioni di Praet e Brekalo, andati vicinissimi alla prima esultanza vestiti di granata durante la trasferta di Reggio Emilia. Anche da questo aspetto si vede che è un Toro costruito con una rosa lunga e con alternative di qualità, con l’obiettivo di non far rimpiangere i titolari. E anche da questo punto di vista, il croato può sorridere: in tutte e quattro le sfide giocate fino ad oggi, chi è subentrato a gara in corso è andato in gol. È capitato a Belotti e a Verdi, si è ripetuto con Pobega, la conferma è arrivata con Pjaca al Mapei Stadium. Così, sono già diventati quattro i marcatori dalla panchina, un’arma in più a disposizione di Juric. Aspettando il Gallo Belotti, il quale sta provando a recuperare in vista della stracittadina contro la Juventus fissata per sabato 2 ottobre, il tecnico si gode la sua cooperativa del gol: questo rappresenta un altro motivo per guardare al futuro con ottimismo e pensare che le ultime stagioni così complicate siano soltanto un brutto ricordo. Ieri, però, si è fermato anche Pjaca (lieve affaticamento muscolare) e andrà valutato in vista della Lazio.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo