toro-udinese
Sport
GRANATA DA INCUBO

Toro, che catastrofe. Perde la 7ª su undici. E Giampaolo traballa

«Penso solo all’allenamento di domani (oggi, ndr) mattina alle 9»: ieri sera è stato chiaro, Marco Giampaolo, dopo che pure l’Udinese ha espugnato il Grande Torino. La quarta sconfitta in casa, la settima in campionato, un solo punto di vantaggio sopra al fanalino di coda Crotone dopo undici giornate. Questi i numeri che portano, inevitabilmente, a delle riflessioni: si fanno già i nomi dei possibili sostituti, con Longo e Nicola in testa e Semplici possibile outsider, se non altro per lo stretto rapporto con il dt Vagnati. Ma a decidere, come sempre, sarà Urbano Cairo: il patron era tornato allo stadio dopo un’assenza durata 45 giorni, davanti ai suoi gli occhi lo spettacolo più brutto di tutta la stagione. «Il club mi è vicino, ieri il presidente è stato a cena con noi e c’è un rapporto diretto, ma non abbiamo dimostrato di essere in crescita come avevamo fatto nelle ultime uscite: la reazione è stata di pancia, non siamo stati all’altezza e la valutazione è tutt’altro che positiva» ha continuato il tecnico dopo il pazzo 2-3 tra Toro e Udinese.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo