Fonte: Depositphotos
Sport
MERCATO

Toro, Cairo pensa a far cassa: ecco chi andrà via a gennaio

Rosa da sfoltire in casa granata. Intanto Baselli si infortuna al ginocchio

Il countdown per il calciomercato invernale è già partito, il via alle trattative verrà dato il prossimo 2 gennaio. Un mese di tempo per rinforzare e cercare di rimediare agli eventuali errori commessi in estate, poi dal 31 in avanti si arriverà a fine stagione senza poter attuare modifiche alla rosa. E, in casa granata, le valutazioni sono cominciate già da diverse settimane. Nessuno si aspetta botti in entrata: Mazzarri ha a disposizione fin troppi elementi, per questo si penserà soprattutto a sfoltire e a incassare. Con il rischio, però, che qualche big d’Europa possa mettere nel mirino qualche gioiello del Toro.

BIG A RISCHIO
Izzo, Zaza, Iago Falque: sono loro le possibili pedine che, in caso di addio, dovrebbero essere rimpiazzate con sostituti di livello. Per il momento, è bene sottolinearlo, non ci sono trattative in stato avanzato per nessuno dei tre, ma sono quelli che, a gennaio, potrebbero aver più mercato. L’ex Valencia, ad esempio, è già corteggiatissimo: dalla Spagna continuano a rimbalzare voci di un Espanyol intenzionato a fare sul serio, in Italia è stato effettuato qualche sondaggio dalla Fiorentina e dall’Emilia, con Sassuolo, Bologna e Spal alla ricerca di un attaccante. Il presidente Cairo non vuole scendere al di sotto dei 15 milioni di euro, ovvero quanto l’ha pagato due estati fa, e a meno di clamorose offerte non partirà. Un po’ lo stesso discorso che riguarda Izzo e Iago: anche loro hanno estimatori in Liga, ma a meno di sorprese o di “puntate di piedi” resteranno all’ombra della Mole fino al termine della stagione. Sono i giovani, al massimo, a cercare con insistenza una nuova piazza dove poter mettersi in mostra.

GIOVANI AL PALO
Bonifazi
, Parigini, Edera e Millico condividono non solo il fatto di aver fatto giocato in gran parte (se non tutte) delle formazioni giovanili granata, ma anche di essere ai margini della rosa di Mazzarri. Così, è inevitabile puntare a trovare un’altra sistemazione. Il classe 2000 dovrebbe trovarla in Verona sponda Chievo, il club che già doveva accoglierlo in estate, mentre sul difensore è sempre forte il pressing della Spal. Per gli esterni, invece, il discorso è a parte: Parigini andrà in scadenza a giugno e potrebbe addirittura restare per poi liberarsi a zero, Edera ha ricevuto soltanto qualche sondaggio di Parma e Bologna e poco più. Il loro destino è ancora da scrivere.

STOP BASELLI
Intanto, al Fila, si è fermato Baselli: il centrocampista si è sottoposto ad accertamenti strumentali dopo i fastidi avuti al ginocchio destro ed è stato rilevato un trauma distorsivo. Lo staff medico ha così optato per un trattamento conservativo, il 2019 del classe 1992 è terminato in anticipato. Non ci sarà, infatti, tra i convocati per la sfida di sabato sera contro la Spal: il tecnico Mazzarri dovrà così ridisegnare la mediana cercando il partner per Rincon. Lukic e Meité i candidati, o anche la possibilità di tornare al 3-5-2 rinunciando a un attaccante con entrambi al fianco del General venezuelano.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo