VERSO L’ESORDIO

Toro, Berenguer o Verdi trequartista alla prima. Cairo: «Nuovo ciclo»

Marco Giampaolo (Depositphotos)

Èuna delle pedine che ancora manca al Toro, seppur sia fondamentale nel suo credo calcistico: Marco Giampaolo attende sempre il trequartista, intanto però deve arrangiarsi come può. Un discorso simile alla cabina di regia, dove a Firenze contro i viola per l’esordio in campionato di domani agirà Rincon. E dietro le punte? Nel pre-campionato ha agito principalmente Berenguer, reinventato trequartista dal tecnico di Bellinzona dopo le stagioni disputate da esterno d’attacco o, al massimo, di centrocampo. Anche perché Verdi è stato alle prese con alcuni acciacchi fisici e doveva recuperare la forma migliore, ma ora l’ex Napoli è pronto a sfidare lo spagnolo: sarà questo uno dei ballottaggi di vista di Firenze, oltre alla spalla di Belotti. Perché anche se dovesse perdere la sfida con Berenguer, Verdi avrebbe comunque la chance di partire titolare. Potrebbe farlo nel tandem d’attacco insieme al Gallo, ma pure qui avrebbe un compagno da superare: si tratta di Zaza, al momento la spalla ideale per il capitano granata. Dubbi che Giampaolo potrà risolvere durante la rifinitura di oggi, al termine della quale la squadra pranzerà e partirà per la Toscana, e ancora domani, a poche ore dalla sfida del Franchi in programma alle 18.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single