mercati
News
I NOSTRI MERCATI

Tornano le luminarie di Natale. «Ma ora dateci più parcheggi»

In corso Svizzera riecco gli addobbi che mancavano dal 2007

Nonostante la crisi che assedia gli ambulanti, il mercato di corso Svizzera sembra godere ancora di buona salute. Sono pochi infatti i posti vuoti nel viale centrale del quartiere Campidoglio che ospita circa 150 banchi. Questo Natale inoltre sarà ancora più luminoso rispetto agli anni passati perché gli ambulanti sono finalmente riusciti a mettersi d’accordo per finanziare le luminarie – a forma di stella cadente – che nei prossimi giorni adorneranno il corso. Un evento che non accadeva dal lontano 2007. «Dopo undici anni finalmente ce l’abbiamo fatta» esclama entusiasta il coordinatore Armando Fantino che, insieme con i suoi colleghi, forse vestirà i panni di Babbo Natale per ravvivare ulteriormente l’atmosfera di festa.

I problemi però non mancano neppure tra gli ambulanti del quarto mercato più grande della città che si trovano a dover fronteggiare la concorrenza impari coi supermercati e col commercio via web, oltre a «pagare tasse comunali troppo care». Lo scoglio più duro resta però la mancanza di parcheggio. Sulle pagine del nostro giornale lo stesso Fantino aveva già evidenziato la problematica, dimostrandosi contrario alle colonnine per le auto elettriche recentemente installate in corso Svizzera che hanno sottratto quattro posti. E se nel quadrilatero compreso tra corso Tassoni, via Cibrario, corso Svizzera e via Balme si continua a parcheggiare in divieto di sosta, dal Comune non arrivano aggiornamenti in merito alla pedonalizzazione del borgo e all’estensione delle strisce blu prevista per fine anno nel quartiere.

Forse per ovviare temporaneamente al problema della malasosta, e per agevolare il mercato, il Comune ha predisposto il ricompattamento dei banchi che dovrebbe liberare nuovi posti auto a inizio 2019. C’è poi chi vorrebbe veder realizzato un grande parcheggio sotterraneo proprio sotto corso Svizzera, come Mario Tassone, titolare di un banco di frutta e verdura: «In questo modo – ipotizza l’ambulante – potrebbe arrivare una nuova clientela da altre zone della città». La proposta di un nuovo parcheggio era già stata caldeggiata dai residenti e dai commercianti del quartiere cha avevano raccolto quasi mille firme contro le strisce blu e la pedonalizzazione. Tra le loro richieste: la costruzione di un multipiano in piazza Zamenhof.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo