Boster
Cronaca
OULX

Tornano le fiere internazionali: si riparte con il legno di Boster

Presentata la decima edizione della manifestazione, in programma dal 2 al 4 luglio

Dopo lo stop a causa del Covid, torna in Val di Susa Boster, la grande fiera del bosco e del territorio. Il Piemonte sarà tra le prime regioni in Italia a ospitare nuovamente una Fiera Internazionale totalmente aperta al pubblico: Boster si terrà a Oulx da venerdì 2 luglio a domenica 4. Si tratta del l’unica manifestazione open air in Italia dedicata alla valorizzazione delle filiere del legno, alla gestione del territorio e all’agricoltura di montagna.

Nella kermesse saranno ospitate le più importanti aziende del settore, provenienti dalle altre regioni italiane e dall’estero. Economia forestale, agricoltura di montagna, lavori in bosco, design ed artigianato: numerosi saranno i corsi, i workshop, i convegni, ed gli incontri durante i tre giorni di apertura al pubblico. I dati ufficiali della Regione fanno capire quanto il settore forestale sia fondamentale per l’economia del Nord Ovest: i boschi in Piemonte occupano una superficie di circa 930mila ettari.

È verosimile stimare la presenza di 1 miliardo di alberi. Negli ultimi 60 anni i boschi sono cresciuti in superficie dell’80%, vale a dire 400mila ettari in più e di conseguenza continuano ad aumentare le imprese forestali. Giunta alla decima edizione biennale, Boster offre un’area espositiva di 40mila metri quadri. Particolare attenzione ovviamente sarà data alla filiera legno-energia, al bosco e al territorio, con un’ampia gamma di macchine ed attrezzature per la prima lavorazione del legno, con l’esposizione a fiamma accesa di caldaie, stufe e camini e con la possibilità di visite tecniche ad impianti realizzati sul territorio.

Una particolare attenzione sarà data al design e all’artigianato. Le edizioni passate contano migliaia di visitatori, ma il 2021 vuole essere l’anno della ripartenza, il tutto ovviamente in completa sicurezza, visto che il virus è ancora tra noi: «Abbiamo predisposto un protocollo per la fiera, che prevederà un check ai visitatori all’ingresso – spiega il direttore Gianluigi Pirrera – un percorso di visita con ingresso e uscita diversi, piazzole distanziate e controlli anti assembramento, al fine di garantire uno svolgimento sereno ed in sicurezza della manifestazione».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo