I danni del maltempo a Garessio
News
MALTEMPO

Torna l’incubo alluvione, Mattarella telefona a Cirio: “Vicino al Piemonte”

E il premier Conte assicura: “Massima attenzione del governo”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha chiamato il governatore Alberto Cirio per testimoniare la sua vicinanza al territorio, duramente colpito dal maltempo delle scorse ore. Il numero uno del Piemonte ha informato il Capo dello Stato della situazione che, seppur più contenuta nell’estensione, mostra danni alle aree colpite maggiori e più gravi di quelli causati dalla terribile alluvione del 1994.

“Le parole e la vicinanza del Presidente della Repubblica – spiega Cirio – sono un sostegno molto importante in queste ore difficili. Il suo pensiero è stato per tutti i cittadini travolti da questa calamità, per i sindaci e le istituzioni che stanno affrontando la situazione, per le persone disperse e le squadre delle forze dell’ordine, della protezione civile e dei volontari impegnate ininterrottamente da stanotte nella loro ricerca e nel portare soccorso al territorio”.

CONTE: “L’ATTENZIONE DEL GOVERNO E’ MASSIMA”

Su Twitter il premier Giuseppe Conte scrive: “Sono in costante contatto con il capo della Protezione Civile Borrelli. Stiamo assicurando un monitoraggio continuo, in pieno coordinamento con i territori, di questa emergenza, con particolare riguardo alla Valle D’Aosta, al Piemonte e alla Liguria. L’attenzione del Governo è massima”.

E ancora: “siamo vicini a tutti i volontari e a tutte le forze in campo impegnate nelle difficili operazioni di soccorso”.

“Rivolgo un commosso pensiero a Rinaldo Challancin, il vigile del fuoco volontario che ha perso la vita in Valle D’Aosta a causa del forte maltempo che si sta abbattendo in queste ore nelle regioni del Nord. Un abbraccio ai familiari, ai suoi cari” conclude.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo