LEONARDO

Torna l’Autoritratto: mostra a sorpresa durante le festività

Ecco la risposta dei Musei Reali al clamore che sta suscitando l’arrivo in città nelle prossime ore della misteriosa Tavola Lucana

Se il Mastio della Cittadella attacca con la Tavola Lucana, la Biblioteca Reale risponde con la sua arma più suggestiva: l’“Autoritratto” di Leonardo. Dopo la chiusura a luglio dell’esposizione, “Leonardo da Vinci: disegnare il futuro”, quando l’opera a sanguigna fu riportata nel suo caveau sotto piazza Castello adesso, a sorpresa, si è deciso di dare ancora una possibilità agli amanti del genio di Vinci. Un colpo di coda inaspettato in questa fase finale delle celebrazioni dedicate a Leonardo nato, forse, anche dalle alte aspettative intorno alla mostra “Leonardo Da Vinci, i volti del genio” che si aprirà al pubblico il 7 dicembre al Mastio della Cittadella e dove la star sarà, appunto, la Tavola Lucana. Il quadro che, seppur controverso circa la sua attribuzione, sembra essere diventato l’oggetto del desiderio di molte capitali dell’arte, da Madrid alla Cina. Un colpaccio per Torino, fortemente voluto da Piemonte Musei e Re-Interpreta verso il quale i Musei Reali guidati da Enrica Pagella non potevano certamente rimanere a guardare. La mostra dal titolo “Il tempo di Leonardo” si dovrebbe inaugurare il 10 dicembre proprio all’interno del caveau della Biblioteca Reale e durerà fino all’8 marzo. In mostra, oltre all’“Autoritratto”, ci saranno gli altri disegni leonardeschi, tranne i quattro partiti alla volta del Louvre. Come sempre, però, ogni visita dovrà essere prenotata poiché nel caveau potranno entrare solo 25 persone alla volta. In sostanza, essendo stata sottoposta alla luce fino a luglio, l’unico modo per potere ancora una volta rimettere in mostra il disegno è quello di lasciarlo nel suo caveau, seguendo alla lettera tutto il protocollo dettato dagli esperti della conservazione. Un piccolo sacrificio per un grande risultato e un bellissimo regalo di Natale dedicato agli amanti dell’arte. In sostanza, a Torino sta per aprirsi un intrigante e agguerrito derby leonardesco che si giocherà a “volto scoperto” tra i campi del Mastio e di piazza Castello in un tour tutto da scoprire. E se fra i vari organizzatori tira già aria di sfida, per i visitatori, invece, sarà una bella e interessante novità. In barba alle attribuzioni, infatti, è la prima volta in città che due capolavori di Leonardo saranno esposti in contemporanea e in due luoghi diversi.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single