L'immagine pubblicata su Twitter che mostra il secchio in fiamme
Cronaca
SCOTLAND YARD: “E’ TERRORISMO”

Torna la paura a Londra. Esplosione su un vagone della metro a Parson Green: 18 i feriti. L’Isis esulta FOTO E VIDEO

I testimoni: “Palla di fuoco sul treno”. Sui social la foto della bomba. Artificieri sul posto per disattivare un secondo ordigno. Identificato un sospetto

Torna la paura a Londra dove questa mattina un ordigno è esploso in una carrozza della metropolitana nella stazione di Parson Green, nella zona residenziale di Fulham, a sudovest della capitale britannica. Immediatamente è scattato l’allarme con l’invio di agenti e ambulanze sul posto. La deflagrazione, secondo quanto riferito dai media locali, avrebbe causato ustioni al volto di alcuni pendolari.

DICIOTTO I FERITI. NESSUNO E’ GRAVE
Diciotto, in tutto, i feriti dell’esplosione. Sono stati trasportati in ospedale: nessuno di loro è in pericolo di vita o in condizioni gravi. I soccorsi sono giunti sul posto dopo appena cinque minuti dalla prima richiesta di intervento, secondo quanto riferito dal Servizio di emergenza di Londra.

L’ORDIGNO ERA IN SECCHIO. “NON SEMBRA QUELLI DELL’ISIS”
A causare l’esplosione – scrive il Times – sarebbe stato un ordigno rudimentale posto in un secchio bianco (simile a quelli della vernice) avvolto in una una busta dei supermercati Lidl e lasciato accanto alla porta di un convoglio. Un’immagine ripresa da Twitter e diffusa dal Sun mostra proprio il contenitore in fiamme. Dalla foto sembra che dal secchio emergano dei fili elettrici. Si tratterebbe di un ordigno costruito in modo artigianale. “Non assomiglia agli ordigni di alta fascia utilizzati dall’Isis, oppure se lo era ha fallito” ha dichiarato l’esperto di terrorismo Chip Chapman.

ORDIGNO SIMILE A QUELLO ESPLOSO DURANTE LA MARATONA DI BOSTON
Secondo il Mirror, la bomba potrebbe essere dello stesso tipo di quella usata nell’aprile del 2013 alla maratona di Boston (in quel caso l’esplosione fece tre vittime provocando il ferimento di un centinaio di persone). Nel caso dell’attentato di Boston due fratelli radicalizzati avevano posizionato, vicino al traguardo della gara, due ordigni realizzati con pentole a pressione imbottite di pezzetti di metallo, chiodi e cuscinetti a sfera. Non sembra comunque per il momento che l’ordigno di Parsons Green contenesse chiodi o altri oggetti di metallo.

SCOTLAND YARD: “E’ UN EPISODIO DI TERRORISMO”
Sempre al Sun, una portavoce della Fire Brigade di Londra  ha dichiarato: “Siamo stati chiamati alle 8.21 e abbiamo informazioni di fiamme su un treno”. La polizia di Londra ha scritto su Twitter: “Siamo a conoscenza di un incidente nella stazione metro #ParsonsGreen. Agenti sono presenti sul posto”. Anche il servizio ambulanze di Londra ha confermato di essere intervenuta. E’ stato dichiarato un episodio caso di terrorismo” ha successivamente reso noto in un Tweet Scotland Yard.

FERMATO UN UOMO ARMATO DI COLTELLO
Il Sun ha anche riferito di un uomo armato di coltello che sarebbe in fuga, ricercato dalle forze dell’ordine. Sul posto, aggiunge ancora il tabloid britannico, sono stati chiamati gli artificieri per disattivare un secondo ordigno. Con loro anche le squadre di soccorso, oltre ai vigili del fuoco e agli inquirenti, ma anche numerosi uomini armati. Un uomo effettivamente armato di coltello è stato successivamente arrestato nel centro di Birmingham. Un portavoce della polizia delle West Midlands, citato dai media britannici, ha tuttavia riferito che l’arresto sarebbe legato a “questioni di droga”. L’uomo, immobilizzato dalla polizia, è stato condotto in ospedale.

IDENTIFICATO UN SOSPETTO GRAZIE ALLE TELECAMERE
Un sospetto, invece, sarebbe stato identificato dalla polizia britannica. Lo riferisce Skynews, precisando che la persona in questione risulta essere stata individuata grazie a immagini delle telecamere a circuito chiuso disseminate in gran numero in tutte le stazioni come altrove nella capitale britannica.

TESTIMONI: “PALLA DI FUOCO SUL TRENO”
“Una palla di fuoco ha avvolto la carrozza della metropolitana”. E’ una delle testimonianze che si leggono sui social media. “Ho sentito urla e persone che fuggivano nella stazione di Parsons Green”, ha detto un altro testimone. Circolano anche foto di feriti con bruciature sulla fronte. Ho visto una donna con ustioni sulla faccia e sulle gambe che veniva portata via in barella”, ha raccontato la presentatrice della Bbc Sophie Raworth che si trovava alla stazione di Parsons Green. La giornalista ha raccontato del panico a cui ha assistito con decine di persone che, proprio nell’orario di punta, cercavano di allontanarsi dalla carrozza su cui si era udito un forte boato.

“PASSEGGERI CALPESTATI PER FUGGIRE”
“Le fiamme hanno invaso una carrozza e si sono propagate lungo il treno, inducendo i passeggeri a calpestare gli altri per fuggire“. È il racconto a Reuters di un testimone oculare dell’esplosione. L’uomo ha sottolineato che il treno era molto affollato.

GIOVANE ITALIANA: “INVESTITA DALLA GENTE CHE SCAPPAVA”
“Non ho sentito chiaramente l’esplosione, non ho avuto neppure il tempo di capire: sono stata investita da una massa di persone che si precipitavano fuori dal treno” ha raccontato Roberta Amuso, giovane bergamasca trasferitasi a Londra per lavoro. La donna si  trovava nella stazione di Parsons Green quando è avvenuta l’esplosione che ha innescato il panico tra i passeggeri della metro.  “Sono corsa anche io verso l’uscita. Chi inciampava e cadeva per terra veniva calpestato. Sono stati attimi di paura” ha detto la giovane testimone italiana.

I SOSTENITORI DELL’ISIS ESULTANO ONLINE
I sostenitori dello Stato islamico esultano online per l’esplosione di stamattina. Lo riferisce il gruppo Site, con sede negli Usa, che monitora l’attività online dei jihadisti. Site spiega che in uno dei commenti si afferma che l’incidente dimostra la “debolezza” della sicurezza del Regno Unito.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=wRVVq0zP1A8

 

https://www.youtube.com/watch?v=BiKlXdS_1nQ

https://www.youtube.com/watch?v=9PQbQrceWVg

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo