Trova la moglie morta: si getta dal balcone dopo quarant'anni passati insieme
News
Tragedia d’amore a Pinerolo nel giorno dell’antivigilia di Natale

Torna a casa e trova la moglie morta: si getta dal balcone dopo quarant’anni vissuti insieme

Lui 85 e lei 83 anni. I vicini di casa sconvolti: “Erano gentilissimi non hanno mai trascorso un solo giorno lontani uno dall’altro”

Dramma a Pinerolo, nel giorno dell’antivigilia di Natale. Un uomo di 85 anni, Pier Carlo Marchese, si è tolto la vita dopo aver trovato la moglie, Mirella Rocchetti, 83, morta. Sconvolto dal dolore, l’uomo ha scelto di seguire la compagna di una vita, buttandosi giù dal balcone del quarto piano dell’alloggio di via Bandello 10, dove i due vivevano da quarant’anni. Un amore così grande, che Pier Carlo non ha voluto lasciare la sua compagna nemmeno nella morte.

TORNA A CASA E TROVA LA MOGLIE MORTA
Secondo quanto hanno ricostruito i carabinieri, giunti sul posto subito dopo la tragedia, l’anziano, ex impiegato (ora in pensione) alla cartiera Pmt di Pinerolo, era appena rientrato a casa quando ha trovato Mirella ormai priva di vita. L’anziana, che non stava bene da una settimana, era seduta sulla poltrona del salotto: se ne era appena andata nel pomeriggio del 23 dicembre.

NON L’AVEVA MAI LASCIATA SOLA
Distrutto, Pier Carlo – che in tutti questi anni non si era mai separato da lei neanche per un giorno, lui che non aveva mai abbandonato la moglie nemmeno quando le condizioni di salute della donna, ormai anziana, si erano aggravate – non ci ha pensato su due volte ed ha deciso di seguire la donna compiendo l’ultimo, estremo gesto.

L’HA COPERTA CON UNA TRAPUNTA
Ha lasciato le chiavi nella toppa della porta di casa, all’esterno, in modo così da agevolare l’ingresso in casa senza sfondare l’uscio, ha coperto Mirella con una trapunta, si è affacciato sul balcone, ha scavalcato il parapetto e si è gettato nel vuoto togliendosi la vita.

DUE PERSONE GENTILISSIME
“Erano due persone gentilissime, non si erano mai separate e si preoccupavano sempre di non disturbare troppo. Sono stati insieme sino alla fine”, hanno raccontato, sconvolti, i vicini di casa che si sono resi conto dell’accaduto quando hanno visto le “gazzelle” dell’Arma parcheggiate in strada e i carabinieri nel cortile del palazzo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo