img_big

Alessandro Preziosi è Cyrano «Io, brutto anche senza naso»

«Ho scelto di non mettere il naso non per uno sfoggio di modernità, non per provocazione, ma semplicemente per la fiducia nella capacità di interpretare la bruttezza anche senza l’aiuto di mezzi posticci facilmente identificabili». E così, anche senza quel naso abnorme che caratterizza il personaggio nato dalla penna di Rostand e ispirato a un personaggio storico del Seicento, il bell’Alessandro sa essere un “Cyrano de Bergerac” convincente. L’opera tratta da Edmond Rostand nell’allestimento di Khora.teatro e coprodotto col Teatro Stabile d’Abruzzo va in scena stasera all’Alfieri. Per l’attore napoletano, che firma anche la regia dello spettacolo, «una delle imprese più belle e meglio riuscite della mia vita, un’esperienza a livello umano e lavorativo molto importante».

Che tipo di commedia è questa?
«È tenera e romantica e tocca vari tasti, della comicità, della drammaticità, della poesia. Spero che piacerà al pubblico torinese, la platea cui tengo di più, perché a Torino ho vissuto la mia infanzia artistica».
Perché la scelta di Cyrano?
«È un testo che permette di recitare con libertà e che ha a che fare con la commedia popolare. Cyrano è uno dei personaggi più affascinanti da interpretare, un uomo che affronta la morte a testa alta sollevato nello spirito perché ha finalmente trovato il coraggio di dichiarare il suo amore a Rossana».
Un personaggio multiforme il suo…
«Sì, per me Cyrano è al tempo stesso un burattinaio, un mangiafuoco, un intrattenitore, un mattatore, un filosofo, un fisico, un poeta».

Nello spettacolo alterna i versi alla prosa, perché?
«Nella traduzione di Tommaso Mattei abbiamo puntato a tirar fuori ogni aspetto poetico della commedia e siccome i versi alessandrini per la loro complessità non aiutano in questo senso abbiamo affidato ai versi la parte più lieve del testo, le cosiddette “scaramucce d’amore”, e alla prosa la parte più poetica. Quasi un controsenso».
Ci sarà tempo in questi giorni in cui sarà a Torino anche per il Torino Film Festival?
«Sì, andrò mercoledì. Parteciperò ad un incontro con il pubblico sul film “Lettera da una sconosciuta”».
Con Preziosi sul palco dell’Alfieri un cast di attori professionisti e di allievi della Link Academy diretta da Preziosi stesso.
Lo spettacolo replicherà fino al 2 dicembre prossimo.
Per info: www.torinospettaacoli.it.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo