img

Cogne-bis, un anno e 4 mesi alla Franzoni “Accusò ingiustamente il vicino di casa”

Un anno e quattro mesi di reclusione. E’ la condanna inflitta questa mattina ad Annamaria Franzoni nel processo Cogne-bis. La Franzoni, già condannata in via definitiva a sedici anni  per l’uccisione del figlio Samuele, era accusata di calunnia. Secondo il giudice Roberto Arata, la mamma di Cogne avrebbe accusato ingiustamente un vicino di casa di essere il “vero” omicida del piccolo Samuele.

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 20 aprile.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo