MIRAFIORI

Torino, utilizza ‘Zoom’ per spacciare: preso pusher con reddito di cittadinanza

Nel suo alloggio trovati 10 ovuli di cocaina e 570 euro in contanti

Arrestato ‘pusher 2.0‘ a Torino. Ieri pomeriggio gli agenti del commissariato San Secondo e i colleghi del Reparto Prevenzione Crimine hanno ammanettato un marocchino di 39 anni, operativo nella zona di piazza Bengasi. Con l’ausilio di Evan, il cane antidroga, i poliziotti hanno perquisito il suo alloggio, trovando nella tasca di un pantalone 10 ovuli di cocaina, per un peso di oltre 7 grammi, e in un paio di jeans 570 euro in contanti.

Dalle indagini è emerso che lo straniero, oltre ai comuni social, si serviva di piattaforme digitali di videoconferenze, come “Zoom”, per condurre la propria attività, fissando “meeting” con i propri “clienti” e collaboratori per raggiungerli. Grande efficienza nell’uso delle tecnologia, non altrettanta nel criptare i messaggi riferiti alla droga con cliché quali “il caffè non era affatto buono questa volta” oppure “ti offro un caffè tra dieci minuti”.

L’uomo, con numerosi precedenti, era stato anche in carcere per maltrattamenti, è risultato beneficiare del reddito di cittadinanza. Scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio.

loop-single