ArmandoSpataro
News
IL FATTO

Torino, Spataro lascia la magistratura dopo 44 anni: “Ho dato alla giustizia quello che ero capace di dare”

Il procuratore capo va in pensione: “La mia esperienza a Torino è stata ricchissima”. Oggi il saluto ‘rock’ ai colleghi

Il saluto ai colleghi, dopo quasi 44 anni trascorsi in magistratura. Armando Spataro, dal 2013 procuratore capo di Torino, va in pensione. “Credo di aver dato alla giustizia quello che ero capace di dare: il bilancio è abbastanza positivo” ha detto.

Un saluto rock, il suo. Ai presenti, infatti, è stato distribuito un doppio cd con una compilation di 160 brani selezionati da Spataro, grande appassionato di musica. Da Bob Dylan ai Coldplay, da Battiato a Vasco Rossi. “Sono tutti pezzi di vita. Il mio augurio è che, ascoltandoli, possiate pensare ai vostri pezzi di vita”.

La mia esperienza alla Procura di Torino è stata ricchissima. Sono tante le cose di cui sono soddisfatto, a partire dall’eccellente rapporto costruito con gli avvocati, con la polizia giudiziaria e con la magistratura onoraria, che per noi è una forza irrinunciabile”.

Un rammarico, però, c’è. “Quello di non aver dato l’impronta della squadra: noi dobbiamo essere una squadra che respira all’unisono”.

Ciò che non potrà mai cancellare è il ricordo delle tragedie. “Mi riferisco a quanto accaduto a Milano, all’omicidio di Galli e Alessandrini, che furono i miei fratelli maggiori e i miei maestri insieme a Pomarici. Da loro ho imparato tutto”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo