Spacciatori
Cronaca
L’indagine ha preso le mosse da una rapina a un distributore di benzina avvenuta a maggio

Torino, sgominata rete di pusher: uno organizzava spaccio dall’ospedale [VIDEO]

Dodici gli arresti eseguiti dai carabinieri in città e in provincia: spacciatori attivi a Barriera Milano

Una rete di spacciatori di nazionalità italiana e attiva nella zona di Barriera Milano, a Torino, è stata sgominata dai carabinieri. Tra gli arrestati anche un pusher che ha continuato a organizzare e pianificare l’attività di spaccio persino dall’ospedale, durante un periodo di degenza.

Nella mattinata di ieri, 11 dicembre, i militari del nucleo investigativo hanno posto agli arresti complessivamente tra Torino e provincia 12 persone con le accuse, a vario titolo e in concorso, di estorsione, detenzione illegale di armi da fuoco, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli spacciatori avevano messo su una piccola ma efficiente rete che provvedeva all’approvvigionamento e alla vendita di cocaina, marijuana e hashish. Per la stessa indagine erano già state arrestate in flagranza cinque persone, col sequestro di 1,6 kg di droga tra cocaina, hashish e marijuana e 247 munizioni per pistola.

Per le loro comunicazioni utilizzavano telefoni di servizio, schede telefoniche dedicate esclusivamente al traffico di droga. Parlavano liberamente al telefono, senza timore di essere intercettati.

L’indagine ha preso le mosse da un’inchiesta riguardante la rapina del 6 maggio scorso al distributore di benzina Dis-Car di corso Taranto 130, quando il titolare Paolo Sarra fu ferito da due colpi di pistola. In quell’occasione la banda composta da tre persone scambiò per soldi dei comuni pacchi da biancheria. Tutti e tre sono stati poi arrestati ad agosto. Non facevano parte della rete di pusher, ma le indagini hanno poi portato a individuare gli spacciatori.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo