Piante di marijuana coltivate in casa a Torino (foto di repertorio).
News

TRAFFICANTI 2.0. Torino, scoperte due case della droga: la coltivazione della marijuana è hi-tech FOTO

Blitz della polizia in via Salerno e via Stradella: entrambi gli alloggi sono di proprietà di cinesi che li avevano affittati a connazionali

Scoperte due case della droga a Torino, in cui erano state allestite vere e proprie serre per la coltivazione di marijuana. Entrambi gli appartamenti appartengono a proprietari cinesi che li avevano affittati a connazionali. Il primo intervento della squadra mobile di Torino è stato effettuato in via Salerno, dove gli agenti hanno trovato due distinte serre di marijuana, dotate di impianti di irrigazione, areazione e illuminazione, contenenti oltre 160 piante.

Nell’alloggio, di proprietà di un cittadino cinese, era presente un impianto video ripresa e trasmissione dati con apparecchiature wireless con le quali veniva controllata a distanza la produzione di marijuana. Il proprietario, deferito all’autorità giudiziaria, ha riferito di aver concesso in locazione l’appartamento a un altro cittadino cinese.

Due giorni dopo, la polizia ha fatto una scoperta simile in un altro alloggio, questa volta di via Stradella. All’interno dell’immobile, infatti, sono stati rinvenuti numerosi chili di marijuana parte dei quali in fase di essicazione. Gli agenti hanno anche riscontrato la presenza di impianti di illuminazione, areazione e irrigazioni identici a quelli di presenti in via Salerno. Anche questo alloggio, sempre di proprietà di un cittadino cinese, era dotato di impianto di videosorveglianza con trasmissione delle immagini tramite WI-FI. Il proprietario dell’alloggio ha riferito agli inquirenti di aver dato in locazione l’immobile a un suo connazionale.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo