polizia squadra volante sito questura
News
IL FATTO

Torino, ristoranti chiusi per il covid nel mirino dei ladri: 5 arresti

Dietro le sbarre tre marocchini, di cui due scappati da una comunità per minori, e due italiani ben noti alle forze dell’ordine

Nella notte di martedì tre stranieri, tutti di nazionalità marocchina, di cui due allontanatisi da una comunità per minore della provincia, sono stati sorpresi mentre forzavano un’auto in strada Comunale di Mongreno, a Torino.

Giunti sul posto, gli agenti della Squadra Volante hanno fermato subito uno dei tre; gli altri due, invece, hanno provato inutilmente a fuggire scavalcando la recinzione che costeggia il giardino di un ristorante della zona. Addosso avevano dei cacciaviti e uno scalpello di grosse dimensioni, oltre alla merce merce trafugata poco prima dall’auto che avevano preso di mira, fra cui uno zaino e degli occhiali da sole, restituito al legittimo proprietario

Gli agenti hanno poi accertato che una porta finestra del ristorante era stata forzata. Non solo: un secondo mezzo parcheggiato in strada Mongreno si presentava privo di finestrino posteriore: dal furgoncino erano stati asportati degli altoparlanti, dei joystick, un misuratore di pressione, degli attrezzi da lavoro e anche una bicicletta. Rintracciato il proprietario del furgoncino, tutto il materiale sottratto gli è stato riconsegnato.

Gli arrestati, di 22 anni uno e gli altri sedicenti minorenni, ma di fatto di circa 19 anni, hanno precedenti specifici per reati analoghi. Sono stati tratti in arresto per furto pluriaggravato e tentato furto in abitazione continuato in concorso. Gli ultimi due anche per aver fornito false dichiarazioni in merito alla loro età.

L’ALTRA OPERAZIONE

Due italiani di 50 e 43 anni, ben noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati ancora dalla Squadra Volante venerdì notte per aver tentato di introdursi all’interno di un ristorante-pizzeria chiuso sempre in ordine alla emergenza pandemica. I due sono stati intercettati da una pattuglia in via Borgo Dora mentre tornavano alla base, l’alloggio di residenza di uno di essi, in via Damiano. Dopo un tentativo di fuga neutralizzato dai poliziotti, i due sono stati fermati: in auto, due televisori di grosse dimensioni e un’affettatrice professionale. Il tutto era stato asportato da un locale ubicato nei pressi della Mole Antonelliana. Rinvenuti e sequestrati anche numerosissimi oggetti atti allo scasso.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo