violenza bimba
Cronaca
In manette in tutto 4 persone. Sono 18 gli indagati

Torino, impiegato di 30 anni arrestato per pedopornografia

Si è conclusa oggi l’operazione Ontario che andava avanti da marzo dello scorso anno

Operazione contro la pedopornografia. Si è conclusa oggi l’operazione Ontario, dal nome della provincia centro-orientale del Canada dove si e’ sviluppata parte dell’indagine in stretta collaborazione con i colleghi italiani del Compartimento polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia, coordinati dalla Procura di Milano.

In manette sono finiti quattro incensurati. Tra questi anche un impiegato di 30 anni catturato a Torino. Assieme a lui sono stati arrestati anche un 25enne di Latina, un 46enne di Bologna e un 30enne di Napoli.

In tutto gli indagati sono 18, di cui 3 con precedenti specifici. L’indagine è iniziata lo scorso anno ma tra marzo e giugno sono state eseguite 22 perquisizioni in molte regioni italiane che hanno portato al sequestro di 26 smartphone, 7 computer portatili e 18 hard disk con una capacità di 10 terabyte. In tutto sono state trovate oltre 20mila immagini tra video e foto pedopornografici, per lo piu’ materiale vecchio che gira da anni in rete.

Gli scambi avvenivano tramite un’app di messaggistica per smartphone con gli utenti che spesso mascheravano la propria identità, usando connessioni libere in strada o wifi di persone ignare.

Prima di poter arrivare alla “stanza” per lo scambio di materiale bisognava fare “anticamera”, ovvero attendere il permesso da parte di altri membri che avevano segni distintivi (la foto e lo status) per essere riconosciuti nella comunità.

Gli arrestati adesso rischiano pene da 3 a 6 anni.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo