autoradio-e-gps
Cronaca
Tutti sono stati condannati dal gup Vitelli

Torino, furgone con il satellitare incastra banda di rapinatori

Il colpo era stato messo a segno lo scorso primo aprile. Il tragitto rivisto come un film

Tutte le mosse viste come in un film. E’ stata così incastrata una banda di tre persone, che lo scorso primo aprile aveva rapinato una tabaccheria a Torino.

Fondamentale è stato il Gps del loro furgone, e alcune telecamere di video sorveglianza sparse per la città, che hanno portato prima all’identificazione e poi alla cattura.

In quell’occasione la gang si era servita di un furgone a noleggio, dotato di un impianto satellitare. Grazie alle immagini gli inquirenti hanno potuto notare come qualche minuto dopo la rapina, una ragazza ha fatto uscire il complice nascosto in un cassone per cambiarsi i giubbotti.

Infine gli investigatori hanno riconosciuto uno degli autori e, monitorando le chiamate del suo cellulare, sono risaliti agli altri.

In tribunale poi il gup Stefano Vitelli ha inflitto agli imputati, difesi dagli avvocati Marco Moda, Mario Lovero e Alessandro Lamacchia, due anni e sei mesi, due anni e nove mesi e tre anni e quattro mesi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo