Finti gioielli e mascherine contraffatte: la scoperta della Finanza in un negozio in pieno centro a Torino.
News
Il blitz della Finanza in un negozio di Porta Palazzo

Torino, finti gioielli venduti come monili preziosi: negoziante nei guai [FOTO E VIDEO]

Nel corso della perquisizione, le “fiamme gialle” hanno sequestrato anche centinaia di mascherine contraffatte

Vere e proprie “patacche”. Finti gioielli prodotti con ceramica o pasta vetro: collane, bracciali, orecchini e anelli fatti, però, passare per veri. E venduti come fossero preziosi coralli, perle di Boemia o zirconi. La truffa è stata scoperta dagli uomini della guardia di Finanza di Torino in un negozio di “Porta Palazzo“, gestito da una imprenditrice di origini cinesi.

MERCE DEL VALORE DI OLTRE UN MILIONE DI EURO
Secondo gli investigatori, la merce, una volta messa in vendita, avrebbe consentito alla negoziante di trarne un profitto superiore al milione di euro. Nello store, in ogni caso, non ci si limitava alla sola vendita dei falsi monili.

SEQUESTRATE ANCHE FALSE MASCHERINE
Nel corso della perquisizione, infatti, le “fiamme gialle” del gruppo “Pronto Impiego” del capoluogo piemontese, coordinate dal “Pool Tutela del Consumatore” della Procura di Torino, hanno rinvenuto e sequestrato anche centinaia di mascherine che oltre a non essere conformi, erano pure contraffatte in quanto riportavano falsamente il marchio di note griffe della moda mondiale e, su molti dispositivi, quello, illegalmente affisso, della nota app “Tik-Tok“, popolarissima tra i giovanissimi.

DENUNCIATA, RISCHIA SANZIONI SALATISSIME
La titolare dell’attività è stata denunciata alla Procura di Torino per frode in commercio, false indicazioni di origine e qualitative della merce, contraffazione e ricettazione. Rischia anche sanzioni sino a 25.000 euro.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo