Inizio settimana di code davanti all’anagrafe di via della Consolata
News
L’annuncio dell’assessore Tresso

Torino, dal 4 febbraio “task force” in campo per ridurre gli arretrati delle anagrafi comunali

La ricetta del Comune contro i disagi: impiego di più di 160 risorse, nuove assunzioni, ampliamento degli orari e rinnovo del sistema informatico

Dal prossimo 4 febbraio una “task force” operativa è pronta a scendere in campo per risolvere i problemi che da tempo assillano i servizi delle anagrafi comunali cittadine. Ad annunciarne l’imminente impiego è l’assessore con delega ai Servizi civici del Comune di Torino, Francesco Tresso.

L’IMPEGNO ASSUNTO DALL’AMMINISTRAZIONE
“L’Amministrazione comunale – spiega Tresso in una nota del Comune – ha assunto e intende mantenere l’impegno di adottare, per le anagrafi cittadine, tutte le misure che risultino necessarie a superare le attuali criticità, riportando alla normalità tempi di attesa oggi non accettabili e fonte di grandi disagi per i cittadini”.

IL PIANO VARATO DA PALAZZO CIVICO
A tal proposito, segnala ancora l’esponente della giunta comunale, occorre ricordare che uno dei fattori di maggiore peso nella causa dei ritardi è rappresentato dalle circa 30mila CIE (Carte di Identità Elettroniche) arretrate, su una produzione annua che nel 2021 è stata pari a 116.100. Da qui il piano operativo, predisposto da Palazzo civico, per far fronte a questa emergenza dei servizi anagrafici. Un piano che si basa su una serie di azioni da attuare per fasi progressive.

TASK FORCE IN CAMPO DAL 4 FEBBRAIO
“Sabato 4 febbraio – rivela l’assessore Tresso – prende il via l’attività di una task force operativa, utilizzando complessivamente più di 160 risorse, sia interne che esterne all’Area Servizi Civici, che si alterneranno in aperture straordinarie su 4 sedi anagrafiche (oltre a Centrale, anche Corsica, Racconigi e Stradella). Questa misura consentirà di ridurre notevolmente gli arretrati non solo di CIE, ma anche di pratiche relative a immigrazioni, cambi di indirizzo, atti di morte e di nascita”.

ASSUNZIONE DI NUOVE RISORSE
“Parallelamente – aggiunge l’assessore – si sta lavorando all’assunzione di nuove risorse, attivando una procedura selettiva per istruttore amministrativo relativa al concorso bandito più di 2 anni fa. Purtroppo, le numerose domande pervenute (circa 14.500) richiedono condizioni generali stabili dal punto di vista pandemico per poter convocare in presenza i candidati. Auspicando una prossima flessione dell’ondata di contagi, saremo in grado di rafforzare la struttura (diminuita di circa il 30% nel giro di 2 anni) entro il primo semestre di quest’anno.

RIORGANIZZAZIONE OPERATIVA
“L’inserimento di nuove risorse – dichiara ancora Tresso – viene affiancato da una riorganizzazione operativa degli uffici mirato anche ad una estensione degli orari di apertura, che va di pari passo al progetto di sostituzione del sistema informativo demografico della Città, in avanzata fase di realizzazione, che porterà per l’autunno ad un efficientamento dei processi gestiti”.

AVVIATE COLLABORAZIONI ESTERNE
Inoltre, sono state avviate collaborazioni esterne con sportelli bancari per la produzione di certificati digitali, che si sta valutando di replicare con Centri di Assistenza Fiscale e con le stesse biblioteche civiche.

COSI’ TEMPI D’ATTESA ABBATTUTI
“Alla luce di questo articolato piano di azioni, si prevede di riallineare il Servizio entro l’anno in corso, diminuendo progressivamente i tempi di attesa” conclude Tresso.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo