(foto di repertorio)
News
BORGO FILADELFIA

Torino, continua a perseguitare la ex: stalker dietro le sbarre

Presentatosi a casa della donna, è stato poi rintracciato e arrestato in un locale di corso Unione Sovietica

L’ex non vuole saperne di lasciarla in pace, lei chiama la polizia e lo fa arrestare. E’ successo nella tarda mattinata di sabato a Torino, quando gli agenti del commissariato San Secondo sono intervenuti in un palazzo di Borgo Filadelfia per la segnalazione di una donna che lamentava la presenza del suo ex convivente davanti alla porta di casa.

Solo qualche giorno prima, la donna era stata vittima di un’aggressione da parte dell’uomo che però si era dato alla fuga prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Sabato, però, gli agenti hanno rintracciato l’uomo, un romeno di 44 anni, all’interno di un locale di corso Unione Sovietica e lo hanno arrestato per atti persecutori.

Dopo l’aggressione di qualche giorno prima, la donna si era allontanata da casa, temendo per sé e per l’incolumità dei suoi familiari e vi aveva fatto ritorno solo sabato per prendere degli abiti. Nonostante l’assenza della vittima, lo stalker aveva continuato a recarsi presso l’abitazione della donna, stazionando sul pianerottolo, per cercare di vederla.

L’aveva anche contattata, facendole credere di volersi suicidare. Temendo per la sua incolumità, però, la donna non aveva acconsentito ad alcun incontro. Sabato, mentre la donna era in casa, l’ex convivente ha suonato al campanello di casa ma la vittima non ha aperto la porta e ha avvisato la polizia.

In quel momento è arrivata un’amica della vittima, il quarantaquattrenne l’ha vista e si è allontanato dal pianerottolo. La sua fuga è però finita in un locale di corso Unione Sovietica.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo