SequestroPolizia
Cronaca
Sequestrate notevoli quantità di stupefacenti

Torino, cinque gli spacciatori arrestati nell’ultimo fine settimana

Due a Barriera Milano, uno a testa dagli agenti della Squadra Volante e dei commissariati Dora Vanchiglia e Centro

Sono cinque i pusher arrestati nell’ultimo weekend dagli agenti della Polizia di Stato. Quelli della Squadra Volante hanno assicurato alla giustizia un giovane senegalese in corso Galileo Ferraris mentre personale del Commissariato Dora Vanchiglia ha fermato un 25enne gambiano nei pressi del ponte Mosca. Ancora un arresto del Commissariato Centro e due quelli del Commissariato Barriera Milano.

In particolare, un cittadino gabonese di 31 anni è stato arrestato dagli agenti del Commissariato Centro dopo aver ceduto stupefacente in piazza Paleocapa e piazza Carlo Felice. Nonostante lo straniero si fosse dileguato, i poliziotti lo hanno rintracciato trovandolo mentre stava cedendo nuovamente stupefacente in via Belfiore, nei pressi di un’attività commerciale.

Nel frattempo, l’uomo aveva anche cambiato maglietta per far evitare di essere rintracciato. Le unità cinofile intervenute successivamente hanno trovato, occultati sotto lo spazzolone del bagno dell’esercizio, due calzini contenenti 104 involucri tra eroina e cocaina, nascosti lì dal cittadino gabonese all’insaputa del titolare dell’esercizio.

Gli agenti del Commissariato Barriera Milano, invece, nella notte di domenica, transitando in corso Novara, hanno notato un cittadino senegalese di 31 anni, già noto ai poliziotti, all’interno di un taxi fermo. Quando la volante si è avvicinata, gli agenti lo hanno visto armeggiare. Una volta sottoposto a controllo, lo straniero ha spintonato e colpito più volte gli agenti.

Nonostante la resistenza opposta dall’uomo, gli agenti sono riusciti a metterlo in sicurezza. Nel corso della perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto due involucri contenenti cocaina in pietra per un peso complessivo superiore ai 50 grammi. 31enne è stato tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a P.U., lesioni e danneggiamento per aver rotto l’orologio a uno dei poliziotti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo