Il bilancio

Torino, cinque arresti e tre denunce nella notte: sequestrate otto piante di marijuana

Carabinieri in azione: due persone fermate per atti persecutori, altrettante per furto e una per lesioni

Foto di repertorio

In nottata, nel centro storico di Torino, via San Quintino, a seguito di segnalazione al 112 da parte di un passante, una gazzella dei carabinieri del nucleo radiomobile ha arrestato un 32enne senza fissa dimora di nazionalità romena, sorpreso mentre forzava alcuni distributori automatici di un negozio. Il ladro alla vista degli operanti ha tentato invano la fuga a piedi, per poi essere prontamente bloccato. Gli sono stati sequestrati anche alcuni arnesi atti allo scasso.

Nel quartiere Barriera Milano, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in esecuzione di un’ordinanza di carcerazione per maltrattamenti in famiglia continuati, commessi dal 2010 al 2015, un cittadino spagnolo di 64 anni, da tempo domiciliato nel capoluogo piemontese.

A Ivrea, invece, i carabinieri hanno notificato un’altra ordinanza restrittiva per atti persecutori a un marocchino di 57 anni che, tramite numerose telefonate e lettere inviate alla ex moglie, le cagionava un profondo stato di preoccupazione e ansia.

Nel quartiere Aurora, un altro equipaggio del nucleo radiomobile ha denunciato in stato di libertà un 35enne originario della Romania, censurato, che in evidente stato di agitazione psicofisica da abuso di sostanze alcoliche, dopo aver aggredito i titolari di una sala scommesse, allo scopo di sottrarsi al controllo, ha spintonato e oltraggiato ripetutamente due militari intervenuti su richiesta delle vittime. In considerazione dello stato di salute, il predetto è stato affidato ai sanitari del 118 e subito dopo trasportato all’ospedale “San Giovanni Bosco”, dove attualmente si trova ricoverato in osservazione.

A Piossasco, inoltre, i militari dell’Arma locale hanno denunciato in stato di libertà un ventenne trovato in possesso nella propria abitazione di cinque vasi di piantine di “marijuana”.

A Caselle Torinese, nel corso di un mirato servizio antidroga, i carabinieri hanno denunciato un operaio 34enne del luogo, che coltivava tre piante di marijuana e deteneva 50 semi della stessa sostanza, nonché materiale per la coltivazione.

Nella notte a La Loggia, un tossicodipendente 34enne, in astinenza, ha aggredito il fratello e all’arrivo della pattuglia si è scagliato anche conntro i carabinieri (otto giorni di prognosi per entrambi). L’uomo è stato arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

A Nichelino, infine, i carabinieri hanno arrestato una ragazza italiana di 20 anni per furto di capi d’abbigliamento per un valore di 300 euro all’interno del Centro commerciale “Mondo Juve”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single