(foto di repertorio)
Cronaca
La donna tornava dalla Questura dove aveva denunciato il marito

Torino: chiude moglie e figlio fuori di casa dopo un “taglio delle forniture”

Nel tardo pomeriggio di sabato scorso, una donna si è presenta in Questura per denunciare il marito, dopo essere stata minacciata di morte insieme al figlio minore

Nel tardo pomeriggio di sabato scorso, una donna si è presenta in Questura per denunciare il marito, dopo essere stata minacciata di morte insieme al figlio minore. La donna ha raccontato ai poliziotti la sua difficile vita, vittima da anni di vessazioni e violenze da parte di suo marito, che nel tempo hanno generato nel resto della famiglia un profondo stato di ansia e timore. 

Quello stesso pomeriggio suo marito, un cittadino straniero di 54 anni, ha inveito  violentemente contro la moglie, per poi staccare il rubinetto generale del gas al fine di impedirle di preparare la cena al figlio. Ne è nata una colluttazione durante la quale l’uomo ha spinto la donna verso un ventilatore provocandole delle evidenti escoriazioni sul braccio destro.

Ma la follia dell’uomo è continuata anche in serata, quando la vittima dopo la denuncia, tornando alla propria abitazione in zona San Donato, ha scoperto, insieme al figlio, di essere stata chiusa fuori dalla propria abitazione. Il cinquantaquattrenne aveva, infatti, lasciato appositamente la chiave inserita dall’interno. Solo il successivo intervento da parte delle forze dell’ordine hanno consentito l’accesso a casa della signora e nonostante la presenza degli agenti, l’uomo ha continuato a minacciare moglie e figlio. Quest’ultimo è stato poi arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo