CORSO GROSSETO

Torino-Ceres: il borgo in rivolta. «Ora stop a rumore e polvere»

Non solo viabilità, dopo i commercianti si lamentano anche i cittadini

Fonte: Depositphotos

Il cavalcavia di corso Potenza e corso Grosseto raso al suolo. E poi i lavori della Torino-Ceres che proseguono spediti, ma non senza problemi. Dopo le lamentele dei commercianti, soffocati dai cantieri, ecco quelle dei cittadini compresi tra le zone di Madonna di Campagna e Borgo Vittoria.

A preoccupare i residenti ci sono le problematiche legate alle polveri e al traffico. Chi vive sul corso principale deve anche convivere con le ruspe che giorno dopo giorno “spezzettano” quel cantiere che un domani lascerà il posto a una nuova viabilità. «Ma il problema è oggi – racconta la signora Anna, residente di zona -. Di giorno fatichiamo a tenere le finestre aperte perché temiamo che entri la polvere in casa. Il problema dura dal mattino alla sera». Ecco perché molti, pur essendo estate piena, scelgono di tenere le serrande ben serrate. «Per evitare di respirare tutta quella terra» racconta una signora il cui balcone si affaccia proprio sul corso. Sul caso era già intervenuta in passato Scr, la ditta che ha in appalto i lavori, spiegando come l’impresa abbia previsto, nell’area di uscita degli automezzi, due passaggi settimanali di pulizia stradale che si aggiungono a quelli di nettezza urbana ordinaria a cura della Città. Nell’area di cantiere in parco Sempione inoltre, è stata posizionata una stazione di lavaggio ruote e gli automezzi, una volta carichi, viaggiano con teloni di protezione per evitare la perdita del materiale.

Infine in parco Sempione e in largo Grosseto sono posizionate due centraline per il monitoraggio delle polveri che sono attive già da prima dell’avvio del cantiere e lì rimarranno per tutta la sua durata. Ma per il borgo che da anni vive con il cantiere, rumore e polvere rappresentano due grandi nemici. Con cui toccherà convivere ancora per un bel pezzo.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single