telefono
Cronaca
VIOLENZA SULLE DONNE

Torino, calci e pugni in faccia alla compagna: 35enne in manette

La donna da anni viveva un autentico un incubo ma per paura non aveva mai trovato il coraggio di denunciarlo

Un 35enne straniero residente a Torino è stato arrestato, lo scorso venerdì sera, dagli agenti del commissariato Madonna di Campagna per maltrattamenti in famiglia, grazie alla segnalazione di un vicino di casa che aveva sentito le urla di una donna provenire da un appartamento.

Gli agenti sono arrivati proprio mentre il responsabile del fatto stava cercando di allontanarsi dal palazzo: intanto la vittima si era affacciata sul balcone per chiedere aiuto.

FOLLE GELOSIA

Dagli accertamenti effettuati dai poliziotti è emerso che i due convivevano da più di cinque anni e che fin dal primo momento, a causa della gelosia di lui, i litigi erano continui. Nemmeno la nascita di un figlio è servita a cambiarlo. Negli ultimi tempi, poi, gli episodi di minacce e violenza domestica sono aumentati: la sera dell’intervento, al culmine di una lite durante la quale l’uomo aveva chiesto alla madre di suo figlio di andarsene di casa, l’ha colpito con diversi calci alle gambe e pugni al volto, causandole lesioni per 10 giorni. La donna non aveva mai denunciato i gravi fatti per timore di ripercussioni da parte del compagno. Per l’uomo sono scattate le manette per maltrattamenti in famiglia.

LEGGI ANCHE:

Torino, spaccia nell’alloggio che ha occupato abusivamente: arrestato

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo