Controlli della polizia nel quartiere San Secondo a Torino
News
In due ingeriscono droga in Afrikan Market di via Montanaro

Torino, Barriera Milano ostaggio dei pusher. Spacciatore getta cocaina in chiesa durante fuga

Nel corso dei controlli della polizia sono state arrestate 5 persone di origine africana. Tre sono state espulse

Controllo a tappeto della polizia nel quartiere “Barriera Milano” a Torino. Nel corso dell’operazione di controllo in via Baltea, via Scarlatti e via Montanaro, con particolare attenzione per gli esercizi di vicinato come gli African Market, sono state identificate 30 persone di origine straniera.

Di queste 10, prive di documenti, sono state accompagnate in Questura per accertamenti. Al termine, 3 cittadini stranieri irregolarmente residenti in Italia sono stati espulsi dal territorio nazionale.

GETTA DROGA IN CHIESA. Strano il caso avvenuto in via Sesia, dov’è stato arrestato un 30enne senegalese.

Il pusher è subito fuggito alla vista dei poliziotti. Arrivato nei pressi della Chiesa “Maria Regina della pace”, l’uomo ha gettato al di là del muro di cinta della parrocchia una decina di involucri di cocaina. Grazie alla collaborazione del parroco lo stupefacente è stato recuperato e sottoposto a sequestro.

L’uomo, che nel corso del tempo, per rendere più difficoltosa la sua identificazione, aveva dichiarato diverse generalità, è pluripregiudicato per reati specifici, ed è stato anche tratto in arresto in ottemperanza ad un ordine di cattura inerente all’espiazione di una pena di 9 mesi di reclusione proprio per false attestazioni sulla identità personale.

FINTA INFLUENZA. Inoltre durante un controllo all’Afrikan Market di via Montanaro 7 sono stati notati dagli agenti due cittadini stranieri, provenienti dall’Africa centrale, già conosciuti in quanto arrestati nel recente passato per reati inerenti agli stupefacenti.

Alla vista dei poliziotti, i due iniziavano a nascondersi dietro gli avventori ed a tossire, sostenendo di stare male a causa dell’influenza.

Ritenendo, invece, che i due avessero ingerito degli ovuli, gli operatori li hanno accompagnati presso un ospedale cittadino, ove accertamenti sanitari hanno confermato, per entrambi, l’ingestione di corpi estranei. Per i due sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

BECCATO VENDITORE DI CRACK. Poi un cittadino gabonese di 28 anni, pregiudicato, è stato tratto in arresto all’interno del supermercato In’s di Corso Giulio Cesare 128, a seguito della cessione di una dose di crack ad una ragazza italiana tossicodipendente.

Fermato subito dopo dagli agenti, l’uomo è stato trovato in possesso di ulteriori 8 grammi di cocaina.

Inoltre, a suo carico risultava la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Torino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo