penitenziaria
Cronaca
LA DENUNCIA

Torino, ancora un agente ferito in carcere: è il sesto dall’inizio del 2023

Poliziotto colpito al collo da un detenuto e accompagnato al Maria Vittoria

Quarta aggressione del 2023 nel carcere di Torino e sesto agente della polizia penitenziaria ferito. A riferirlo sono i sindacati SINAPPE, OSAPP, UIL PA P.P., FNS CISL e CGIL F.P.P.P.: ieri sera, martedì 17 gennaio, un detenuto nuovo che stava per essere chiuso in cella ha opposto resistenza colpendo al collo un agente. La vittima dell’aggressione è stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale Maria Vittoria per le cure del caso e dimesso con sette giorni di prognosi.

“Il carcere di Torino è da tempo nel completo ‘caos’ organizzativo – denunciano per l’ennesima volta i sindacati -. Il personale di Polizia penitenziaria è soggetto a carichi di lavoro oltre i limiti e a rischi quotidiani, nel più totale silenzio degli organi dell’Amministrazione penitenziaria Regionale e del Dicastero della Giustizia. Fino alla nausea rinnoviamo, dunque, l’invito al Ministro Nordio di recarsi a Torino: è inammissile che servitori silenziosi dello Stato vengano abbandonati a loro stessi”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo