Ronela
Spettacolo
LA FESTA Ieri le prime prove dello show al Pala Olimpico

Torino accoglie le star: agnolotti e spumante in frigo per i Maneskin

Vetrine addobbate a tema, caccia agli hotel delle star: «La band di Damiano vuole assaggiare la bagna caoda»

Lo spettacolo è iniziato. Dentro il Pala Olimpico, con le prime prove. E fuori. Nella città che con l’Eurovision spera di divertirsi, ma anche di farsi conoscere nel resto del mondo, svelando quella sua anima rock che precede (e va ben oltre) il grande show televisivo della Rai. «Che emozione», dice Ronela, pop star di Tirana, lunghi capelli biondi, calze nere trasparenti e un seducente reggiseno in paillettes. È toccato a lei il privilegio di inaugurare il grande palco su cui ieri sono saliti i primi finalisti del festival.

E una volta calato il sipario, dopo essersi concessa ai giornalisti con capospalla di piume gialle e bandiera del suo paese colorata sul viso, pare sia subito corsa in centro, nelle vie dello shopping, a scoprire quella Torino di cui aveva letto soltanto su Internet e che mai avrebbe immaginato di conoscere proprio per partecipare all’Eurovision, «un sogno che si realizza». Tutte le vetrine dei negozi e dei centri commerciali, intanto, si addobbano a tema.

Come alla pasticceria Dezzuto di Cit Turin, che celebra la capitale della musica con una orchestrina Jazz, ovviamente in cioccolato. O il negozio di abbigliamento Michi, dove i manichini suonano una chitarra molto rock. O ancora, a San Salvario, dove il ristorante Giappoke di via Baretti da giorni si prepara con un menù speciale ad accogliere le delegazioni. Mentre la città si colora con bandiere, vetrofanie e i tram vengono “vestiti” di livree Eurovision e i fan dei gruppi si scaldano, i grandi hotel che hanno accolto e accoglieranno delegazioni e Vip mettono in fresco lo Champagne. Pardon: lo spumante, visto che il festival è anche un’occasione per promuovere l’Italia e il Piemonte con i suoi prodotti, e da queste parti non mancano certo bollicine all’altezza delle rockstar.

Orde di ragazzine e ragazzini sono a caccia degli indirizzi degli alberghi, che dal canto loro non rivelano neanche sotto tortura i nomi degli ospiti. «Top secret». «Diritto alla privacy». Un muro di riserbo protegge le star. Ma le voci circolano: e dicono che Ronela sia al Diamante di Collegno, Mika sarà al Principi di Piemonte. Arisa al Golden Palace come Alessandro Cattelan (avvistato l’altra sera in una birreria di corso Vittorio), Blanco e Mahmood (dati però anche al Sitea) e Maneskin che secondo i ben informati non si faranno mancare certo gli agnolotti.

Loro che sono buone forchette (quando sono a Roma, mangiano alla Cantina di Cesare: carbonara, gricia, coratelle e saltimbocca) e pare abbiano chiesto a qualche amico torinese un indirizzo in cui assaggiare una bagna caoda fuori stagione. Gli LPS, la babyband che rappresenta la Slovenia nella competizione, puntano invece su un grande classico della cucina italiana: «Non vediamo l’ora di mangiarci una buona pizza».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo