Il Passo del Ginesio dove è stato ritrovato il cadavere dell'insegnante torinese
Cronaca
GIALLO IN LIGURIA

Torinese di 44 anni trovata morta sul ciglio della strada al Passo del Ginestro

La donna, Silvia Rosetto, stava tornando a Torino da Andora dove era andata in vacanza con la famiglia. Forse un malore la causa del decesso

È stata trovata morta sul ciglio della strada al Passo del Ginestro, sulla strada che collega Cesio a Savona, in Liguria: non molto lontano, parcheggiata in una piazzuola, c’era ancora la sua auto con la portiera aperta e la radio accesa. Sono ancora ignote le cause che hanno portato alla morte dell’insegnante torinese Silvia Rosetto, 44 anni, che stava tornando a Torino da Andora dove era andata in vacanza con la famiglia.

IL CADAVERE ERA RIVERSO A TERRA
Il suo corpo è stato trovato da alcuni passanti. Sono stati loro a chiamare i soccorsi  le forze dell’ordine. La 44enne era riversa a terra, in corrispondenza del trivio per Casanova Lerrone, Cesio e Testi, con una ferita alla testa compatibile, secondo gli investigatori, con una caduta.

CARABINIERI SUL POSTO
Sul posto, per gli accertamenti di rito e le indagini del caso, sono intervenuti i carabinieri di Borgomaro, competenti per giurisdizione, ma anche quelli di Andora, con il medico legale Leoncini e il pm Cinella. Ad accorrere al Passo delle Ginestre anche il sindaco di Stellanello, Claudio Cavallo, e quello di Cesio, Fabio Natta.

SUL CORPO SARA’ EFFETTUATA L’AUTOPSIA
Ora spetterà al medico legale stabilire le cause della morte. Il corpo dell’insegnante torinese sarà infatti sottoposto ad autopsia. La donna era vestita e secondo il primo esame compiuto dal medico legale sul suo corpo non sarebbero stati rinvenuti segni di violenza. L’insegnante torinese sarebbe deceduta alcune ore prima del ritrovamento.

FORSE VITTIMA DI UN MALORE
Potrebbe essersi trattato di un malore che avrebbe spinto la donna ad uscire dall’auto, oppure una caduta accidentale. Sembra essere esclusa, al momento, l’ipotesi di un investimento dal momento che sull’asfalto non sono stati trovati segni di frenata. Le persone che hanno trovato l’insegnante hanno rilevato come nella zona ci fossero delle mucche al pascolo e anche un toro: da qui l’ipotesi, piuttosto remota a dire il vero, che la 44enne possa essere stata accidentalmente incornata dall’animale. In ogni caso non si può neanche escludere che possa trattarsi di omicidio. Solo esami più approfonditi, tuttavia, consentiranno di far luce sul giallo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo