Nel riquadro Concetta Candido
Cronaca
Un gesto che in qualche modo Concetta aveva annunciato su Facebook

Torcia umana per la disoccupazione, intervento chirurgico per Concetta

La scorsa settimana il gesto disperato negli uffici dell’Inps per ottenere il sussidio

Concetta Candido, 46 anni, di Settimo Torinese, la donna che si è data fuoco negli uffici dell’Inps, giace ancora in ospedale in gravissime condizioni. «La prognosi è rigorosamente riservata – sottolineano i medici – e lunedì è stata sottoposta ad un intervento chirurgico». Un’operazione di routine che si è resa necessaria per pulire le lacerazioni provocate dalle ustioni.

Concetta Candido si era data fuoco perché rimasta disoccupata, senza una prospettiva di lavoro e perché riteneva che la sua pratica fosse stata dimenticata. Ora la donna è vegliata al centro grandi ustionati dal fratello: «Quello che ho negli occhi è una persona distesa su un letto di cui si vedono soltanto le narici». L’uomo è prostrato e incredulo per quanto accaduto, ma continua a sperare. «Basta, non ce la faccio più», erano state le ultime parole della donna, gridate prima di tentare il gesto estremo negli uffici dell’istituto in corso Giulio Cesare 290.

Un gesto che in qualche modo Concetta aveva annunciato su Facebook: «Oggi vado all’Inps e li faccio neri – aveva scritto nel suo profilo -. Gli cambio i connotati». Parole che sembravano ironiche, ma la donna non stava scherzando: quando si è presentata allo sportello, poco meno di tre ore dopo, in borsa aveva un coltello serramanico e due bottiglie di alcol.

Continua a leggere il giornale in edicola oggi

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo