Michel Hazanavicius assieme alla moglie Berenice Bejo
Spettacolo
AL MUSEO DEL CINEMA

The Artist, una coppia da Oscar alla Mole

Nel giorno di San Valentino, la masterclass con il regista Hazanavicius e la moglie, l’attrice Berenice Bejo, a dieci anni dalla vittorie delle 5 statuette

Lunedì 14 febbraio alle 17,30 il Museo del Cinema celebra il giorno di San Valentino ospitando per una masterclass aperta al pubblico una delle coppie d’oro del cinema internazionale, quella composta dal regista francese Michel Hazanavicius e da sua moglie Berenice Bejo, protagonista di (quasi) tutti i suoi film tra cui “The Artist”, un sentito omaggio al cinema muto premiato con cinque Oscar esattamente dieci anni fa.

«Siamo felici di venire a Torino, abbiamo accettato con piacere l’invito del direttore Domenico De Gaetano, ci fidiamo di lui», spiega Hazanavicius. «Sappiamo che in Italia tanta gente ha amato “The Artist” e Torino è la patria del cinema muto: di solito in questo tipo di eventi bisogna solo essere disponibili a rispondere a qualunque domanda da parte del pubblico, e noi lo saremo».

Berenice Bejo non è nuova in città: nel maggio 2015 aveva girato per Marco Bellocchio il film “Fai bei sogni”, tratto dal libro di Massimo Gramellini. «Vero, ma ero stata sul set solo per due giorni e non avevo avuto il tempo di visitare la città, purtroppo. Questa volta rimedieremo, siamo felici di poter visitare finalmente il Museo del Cinema e anche quello dell’auto».

Hazanavicius e Bejo si sono conosciuti sul set di “Agente speciale 117 al servizio della Repubblica” e sono genitori di due figli. «Quando lavoriamo insieme non dividiamo il set dalla vita privata – spiega il regista – forse perché amiamo moltissimo il nostro mestiere: ci viene davvero facile farlo insieme».

Oltre che con Bellocchio, Bejo ha lavorato spesso in Italia ultimamente. «Adoro il vostro cinema e stare su un set italiano è speciale, forse perché con le mie origini argentine mi sento vicina alla vostra lingua, alla vostra cultura. Ho girato con Sergio Castellitto “Il materiale emotivo”, da un soggetto di Ettore Scola, e ora ho finito “Il colibrì” di Francesca Archibugi, in cui ho diviso il set con attori come Piefrancesco Favino, Nanni Moretti, Laura Morante e Kasia Smutniak».

Per accedere alla masterclass basterà avere il biglietto di ingresso del Museo, già acquistabile sul sito museocinema.it.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo