Sorrentino
Spettacolo
Sold out

Tff, Sorrentino per un finale da Oscar

Il regista de “La grande bellezza” ha tenuto una masteclass al Teatro Astra. Oggi, intanto, l’ultima giornata del festival con la proclamazione del vincitore

Chiudere in bellezza, per il 40esimo Torino Film Festival, non bastava: serviva “La grande bellezza”, quella garantita dalla presenza del regista Paolo Sorrentino, premio Oscar nel 2014 per l’omonimo film, ospite ieri sera di un’interessante masterclass organizzata da Teatro Piemonte Europa in collaborazione con il Torino Film Festival e il Museo Nazionale del Cinema.

Come da pronostico, l’appuntamento – alle 19 al Teatro Astra – ha registrato il tutto esaurito: tra chi l’aveva spuntata via internet accaparrandosi uno dei posti andati a ruba in poche ore l’8 novembre scorso e chi si è messo in coda sperando in un colpo di fortuna dell’ultimo momento, in trecento hanno preso posto in sala per godersi l’autore di “È stata la mano di Dio”. Il regista ha intrattenuto il pubblico rispondendo alle domande poste dal regista David Grieco e dal direttore artistico del Tff Steve Della Casa.

Tema della conversazione, l’importanza dei monologhi nel cinema sorrentiniano, con la proposta di un montaggio di sequenze che l’autore de “Il divo” ha riguardato con attenzione: «Sì, lo ammetto, mi piace “rivedermi” – ha dichiarato – perché sono un nostalgico, specie di certe battute che io scrivo essenzialmente per divertirmi e a cui poi Toni Servillo attribuisce significati da fine intellettuale qual è!».

Quello di ieri non è l’ultimo “effetto speciale” del Tff 2022. Oggi, tra una proiezione e l’altra, si segnalano due eventi imperdibili. Il primo è la cerimonia di premiazione che si terrà presso il Media Center della Cavallerizza: a partire dalle 16 saranno annunciati i vincitori di tutte le sezioni del festival e, tra i lungometraggi, c’è chi scommette sull’unico italiano in gara, “La lunga corsa – Jailbird” di Andrea Magnani.

Il secondo è la festa di chiusura, in programma a partire dalle 22 al Music Hall Le Roi di via Stradella. Biglietti a 5 euro ed un servizio navetta gratuito da e per via Verdi fino alle 2 sono gli strumenti per accedere nel suggestivo locale progettato da Carlo Mollino e godersi un megaparty officiato da tre deejay d’eccezione: circondati dalle suggestive pareti di ceramica e mosaici, si alterneranno alla consolle Samuel Romano, Giorgio Valletta, Fabrizio Vespa e il sassofonista Paolo Parpaglione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo