processo ollino
Cronaca
CHIERI

«Terrone, fai festa con i romeni»: lui si offende e gli spara in testa

Una nuova udienza al processo Ollino. Ha testimoniato il maggiore dei carabinieri

«Luciano Ollino aveva dato del “terrone” a Giovanni Cordella. Lui si era offeso e aveva risposto: “Vieni a dirmelo di persona”». A parlare è il maggiore Vincenzo Bertè, che ieri ha testimoniato nel processo per l’omicidio di Ollino. L’unico accusato è proprio Cordella, che avrebbe sparato sei colpi di pistola al suo padrone di casa. L’omicidio risale all’8 giugno 2020 e gli investigatori non hanno dubbi che l’assassino sia il 42enne di casa a Pecetto, nel residence di strada del Colle 16: secondo loro, Cordella ha legato Ollino con il nastro adesivo, lo ha portato al Pian del Lot, gli ha sparato e lo ha lasciato sul sedile del passeggero della sua Bmw biancaPoi è tornato a piedi. «Una telecamera ha ripreso un uomo che zoppicava come lui e aveva lo stesso taglio molto particolare – riporta il maggiore che ha indagato sull’omicidio – Indossava una camicia dorata come quella che Cordella aveva il giorno del suo matrimonio. Poi ci ha detto di averla buttata via». Perché avrebbe dovuto uccidere Ollino, commercialista 60enne e suo padrone di casa? «Avevano avuto screzi perché Cordella disturbava i vicini, tanto che qualcuno aveva traslocato. Ollino dava la colpa a lui, gli chiedeva conto degli affitti persi e gli aveva anche dato del “terrone che faceva le feste come i romeni”. Intanto aveva cercato di comprare il residence, offrendo 6 milioni in Bitcoin. Ma ne valeva meno di 2». L’avvocato Enrico Calabrese prova a far emergere cosa non quadra nell’impianto accusatorio. I tempi, per esempio: «Si è appurato che Ollino è arrivato al residence alle 18,10 e se ne è andato entro le 18,22: Cordella ha fatto tutto in così pochi minuti?», fa notare il legale di Cordella. Che poi sottolinea quanto segnalato dal testimone Giorgio Sinigaglia, che ha visto tre auto e tre persone accanto alla Bmw di Ollino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo