coppia ustionata
Cronaca
GRUGLIASCO

Terribile incidente domestico: coppia ustionata dalla benzina

Si teme per la vita di un geometra, grave anche la compagna farmacista

Stavano inserendo del carburante in una motosega. Ma qualcosa è andato storto e una fiammata li ha investiti. E ora lotta fra la vita e la morte un 29enne, Luca Ramellini, di professione geometra, che dalla tarda serata di martedì 5 è ricoverato all’ospedale Cto con ustioni sul 95% del corpo e una prognosi riservata, con le sue condizioni che vengono monitorate di ora in ora. Ustionata anche la compagna, Elena Benatti di 26 anni di professione farmacista: ha ustioni sul 35 percento del corpo ed è ricoverata anche lei al Cto di Torino. Per lei la prognosi è di 90 giorni. Il terribile incidente domestico è avvenuto in un appartamento di uno stabile di corso Torino, all’angolo con via Pavese, a Grugliasco. Nulla da fare per il loro cane pastore tedesco, che è morto carbonizzato. Sul posto – chiamati da altri condomini che si sono spaventati per le urla e per le fiamme che provenivano dal balcone – sono intervenuti il personale sanitario 118 con due ambulanze, i vigili del fuoco di Torino Centrale e Grugliasco e i carabinieri della stazione cittadina. E sono stati proprio i vigili del fuoco – che erano stati chiamati per un incendio alloggio, scoprendo solo dopo la gravità della situazione – ad estrarre dal balcone i due giovani per poi affidarli alle prime cure del personale sanitario: dopo averli stabilizzati, immediata la corsa in ambulanza al Cto. Dopo aver messo in sicurezza l’appartamento, i vigili del fuoco e i tecnici comunali hanno però dichiarato lo stesso parzialmente inagibile. I carabinieri ora stanno compiendo tutte le verifiche del caso per capire cosa sia successo nella serata di martedì e ricostruire ogni dettaglio dell’incidente domestico. I militari ora stanno aspettando la dettagliata relazione dei vigili del fuoco. Per i pompieri potrebbe essersi trattato di un ritorno di fiamma causato da una potenziale perdita del serbatoio.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo